Home Napoli News Spal-Napoli, è arrivato il momento di Sebastiano Luperto

Spal-Napoli, è arrivato il momento di Sebastiano Luperto

CONDIVIDI

Spal-Napoli sarà una partita molto importante, anche e soprattutto per Sebastiano Luperto: il giovane centrale napoletano è arrivato al momento della verità

Luperto difensore Napoli
Sebastiano Luperto (Getty Images)

Non è facile essere il quarto difensore di una squadra che come titolari ha Koulibaly Manolas. Sebastiano Luperto questo lo sa, ma è pronto a dimostrare il proprio valore nel Napoli. Certo, Salisburgo a parte, il momento non è dei più felici per gli uomini di Ancelotti. E lì dietro, in difesa, si continua a ballare troppo quando gli avversari spingono sull’acceleratore. Eppure, in questo momento di tempesta e di avversità, il tecnico emiliano sembra aver trovato l’uomo giusto per tamponare e (perché no?) arricchire la difesa del suo Napoli. L’ultima vittoria in Champions League, maturata in Austria, è stata una delle prove più riuscite di Sebastiano Luperto da quando veste la maglia azzurra. Il numero 13 del Napoli è apparso totalmente a suo agio in una partita di tale peso e di tale intensità, contro un avversario complesso. Il leccese ha dalla sua l’età e un paio di caratteristiche che non sono proprio così affinate negli altri compagni di reparto.

Luperto ha dalla sua l’età e una certa qualità con il sinistro

I complimenti, che Carlo Ancelotti gli ha recapitato nel post-partita di Salisburgo, restituiscono molto che tipo di professionista e di ragazzo sia Sebastiano Luperto: tranquillo e mai fuori posto, il giovane leccese sa di rappresentare a Napoli la quarta scelta nelle rotazioni difensive, ma il caso e le varie contingenze createsi possono proiettarlo in una dimensione superiore. Nonostante sia ancora un ’96, Luperto gode già di una buona esperienza, soprattutto in ambito nazionale. E ancora, è dotato di una qualità superiore alla media, rispetto ai suoi colleghi di reparto. Mancino puro, Luperto si è dimostrato elemento validissimo nella costruzione dal basso, fondamentale nel quale un colosso come Kostas Manolas, invece, pecca (e neanche poco). Con questo non vogliamo affermare che per incanto Luperto, ora, può contendere il posto da titolare a Koulibaly e al greco. Tuttavia, data la moria di difensori che sta tempestando il Napoli, il giovane leccese ha l’occasione di dimostrare il proprio valore e a ritagliarsi uno spazio importante in uno dei migliori club in Europa. La partita di Salisburgo lo prova e speriamo che quella contro la Spal lo confermi.