Home Napoli News Udinese-Napoli, Ancelotti perde un altro pezzo: contusione alla spalla

Udinese-Napoli, Ancelotti perde un altro pezzo: contusione alla spalla

CONDIVIDI
Ancora problemi per Carlo Ancelotti in vista di Udinese-Napoli. Sono da valutare le condizioni di Kalidou Koulibaly dopo l’allenamento odierno

Koulibaly (Getty Images)Non finiscono i guai in casa Napoli. Il report di allenamento del club partenopea svela nuovi problemi per Carlo Ancelotti: “Koulibaly ha lavorato a parte in seguito ad un trauma contusivo alla spalla sinistra rimediato nell’allenamento mattutino. Le sue condizioni verranno valutate domani”. Le condizioni del difensore senegalese saranno da valutare nelle prossime ore per capire se riuscirà ad essere della prossima sfida di campionato. Gli azzurri hanno l’obbligo di tornare a casa con i tre punti per scacciare via la crisi, che si è abbattuta da diverse settimane su Insigne e compagni. In caso di forfait del centrale azzurro, Ancelotti dovrà spostare Maksimovic al centro della difesa al fianco di Manolas con Di Lorenzo a destra e Mario Rui a sinistra. Ritorno al passato per la squadra partenopea, che avrebbe la prova del nove proprio alla Dacia Arena contro l’Udinese, protagonista in Coppa Italia contro il Bologna, che ha espugnato domenica scorsa il San Paolo.

Udinese-Napoli, Koulibaly poco brillante

Rispetto alle scorse stagioni lo stesso difensore del Napoli è apparso poco pimpante diventando improvvisamente così meno appariscente in fase di non possesso. Le sue chiusure preventive e il suo noto strapotere fisico  non è stato ancora messo in pratica in questa prima parte di stagione. Il senegalese dovrà così cercare di recuperare il prima possibile dall’infortunio superando un momento negativo, come del resto tutta la squadra.  Ancelotti spera in un suo recupero lampo per vivere la trasferta di Udine con meno ansia. Il suo valore complessivo sembra sceso vistosamente rispetto alle stagioni spettacolari sotto la gestione Sarri. Il modo diverso di difendere dell’allenatore toscano lo avevano portato a consacrarsi definitivamente a livello internazionale attirando gli interessi delle big d’Europa. Ora potrebbe arrivare un cambiamento radicale.