Home Rubriche Primavera Napoli, altra dura prova a Genova per l’ultima in classifica

Primavera Napoli, altra dura prova a Genova per l’ultima in classifica

CONDIVIDI

La Primavera Napoli scenderà in campo domani, sabato 7 dicembre, alle 14 contro il Genoa: un’altra sfida delicata per la compagine guidata da Roberto Baronio

Napoli Primavera
Baronio (Getty Images)

L’inizio stagionale della Primavera del Napoli è da rivedere. La compagine azzurra, guidata da Roberto Baronio, scenderà in campo domani, sabato 7 dicembre, in casa del Genoa. Questo il report ufficiale del club partenopeo: “Il Napoli Primavera affronterà domani il Genoa per la dodicesima giornata di campionato allo Stadio Begato 9 alle ore 14.30. Lo ricorda il sito ufficiale della SSC Napoli, che comunica anche i convocati del mister Roberto Baronio per la sfida. Ecco la lista completa. Cioffi, D’Amato, D’Onofrio, Daniele, Esposito, Idasiak, Labriola, Mamas, Mancino A., Manzi, Marrazzo, Palmieri, Senese, Sgarbi, Vianni, Vrakas, Vrikkis, Zanoli, Zanon, Zedadka”. Il Napoli si trova attualmente all’ultima posto in classifica a quota 6 punti, ma con una vittoria potrebbe superare diverse squadre. La sfida di domani sarà così decisiva anche in ottica futuro con la situazione del settore giovanile azzurro che dovrà essere valutata al meglio.

Primavera Napoli, futuro da valutare

Nell’ultima sfida di campionato in casa gli azzurri hanno collezionato l’ennesima sconfitta della stagione contro il Cagliari. Momenti di tensione anche al termine della gara di Frattamaggiore con un tifoso che avrebbe gridato: “Baronio vai a casa”. L’ex centrocampista della Lazio si è avvicinato per chiedere spiegazioni, poi l’uomo è stato allontanato velocemente. Dopo ottimi risultati della scorsa stagione con un super Gianluca Gaetano, la rosa della Primavera non sarebbe all’altezza della categoria con alcuni talenti che non stanno confermando le aspettative della società partenopea. E così lo stesso club campano dovrà chiarire le proprie strategie per il futuro per allevare al meglio i campioni del futuro. Con lo stesso talento di Cimitile, classe 2000, passato in prima squadra senza essere mai impiegato da Carlo Ancelotti. Visioni differenti e scelte incomprensibili: ora la Primavera Napoli dovrà tirarsi su.