Napoli, da Ibrahimovic e Ancelotti al momento difficile: parla Milik

0
55

Dal momentaccio attraversato dalla squadra all’entusiasmo per la sfida contro il Barcellona passando per la suggestione Ibrahimovic: le parole di Arek Milik. 

Gli ultimi dieci giorni sono stati estremamente intensi per il Napoli che ha prima salutato Ancelotti per poi abbracciare l’arrivo di Gattuso con annessa prima sconfitta ed infine assistere con adrenalina ad un sorteggio che in Champions League è stato tutt’altro che benevolo con il Barcellona prossimo avversario agli ottavi. Un mix di emozioni e cambiamenti che hanno investito l’intero ambiente azzurro e tutti i suoi interpreti che non stanno vivendo una grande annata. Tra i più positivi c’è sicuramente Arek Milik, che a dispetto di tutte le problematiche mantiene quanto meno una buona media realizzativa che spera di incrementare sotto la guida di Gattuso. Del momento nero del Napoli e molto altro ha parlato proprio il polacco ai microfoni di ‘Sky Sport’: “Cresceremo anche come uomini e serate come quella di ieri possono aiutarci a venirne fuori tutti insieme. Non voglio tornare dietro e parlare di Ancelotti, abbiamo sbagliato tutti. Da quando sono a Napoli non avevo mai vissuto una situazione del genere. Questa classifica non può essere la nostra. Vogliamo la Champions”.

Napoli, da Gattuso a Ibrahimovic: Milik è convinto

Napoli Bologna
Milik (Getty Images)

Arkadiusz Milik ha quindi proseguito spostando il tiro sul lavoro del nuovo tecnico Gennaro Gattuso: “Dobbiamo seguirlo e lasciare il cuore in campo – spiega il polacco – Gattuso ha idee chiare e carattere. Meglio con il 4-3-3? Abbiamo calciatori che hanno sempre giocato così. Il mio è un bel momento, ma non posso essere felice: ora c’è il Sassuolo, dover vincere mette pressione”.

Infine una battuta su eventuale spazio da trovare per Zlatan Ibrahimovic: “Difficile, lui e Fernando sono grossi (sorride l’attaccante polacco ndr) Barcellona? Il calcio è calcio. Per il Barcellona ho grande rispetto, ma mai paura“.