Home Napoli News Napoli, da Gattuso all’idolo Ronaldo: il messaggio di Mario Rui

Napoli, da Gattuso all’idolo Ronaldo: il messaggio di Mario Rui

CONDIVIDI

Il terzino sinistro del Napoli, Mario Rui, ha parlato a tutto tondo oggi pomeriggio anche e soprattutto in vista della prossima sfida di campionato contro la Juventus. 

Domenica sera il Napoli ospiterà al San Paolo la Juventus del grande ex Maurizio Sarri e della stella Cristiano Ronaldo. Ricordi indelebili quelli lasciate dall’ex allenatore in azzurro che sfiorò dopo una vittoria contro i bianconeri uno scudetto all’ombra del Vesuvio. Tra i calciatori esaltati dal modo di giocare di Sarri c’è sicuramente Mario Rui che in un’intervista a ‘Sky Sport’ ha ricordato con grande affetto il tecnico ora alla Juve prima di esaltare anche il nuovo arrivato Gennaro Gattuso: “Ogni allenatore aggiunge qualcosa di suo, nessuno sarà mai uguale ad un altro. Sono contento di aver lavorato in passato con Sarri e ora sono felice con Gattuso. Credo che Sarri sarà accolto bene al San Paolo, con lui conservo un rapporto speciale. Ho cominciato all’Empoli con lui, spero che i tifosi napoletani lo possano accogliere bene”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli, da Politano ad Allan: calciomercato in salsa Inter

Napoli, la carica di Mario Rui: da Ronaldo a Insigne

Mario Rui Napoli
Mario Rui (Getty Images)

Mario Rui ha proseguito spendendo due parole sul suo compagno di nazionale, Cristiano Ronaldo: “È un idolo, una motivazione in più ed una ispirazione, gli auguro tutto il bene del mondo tranne che per la partita di domenica. Classifica? Non siamo una squadra da 24 punti, ma magari in questo momento meritiamo questa classifica. Il nostro non è mai stato un problema di gruppo. È vero che ci sono stati dei problemi ma soprattutto in campo, perché non riuscivamo a fare quello che invece eravamo abituati a fare”.

LEGGI ANCHE >>> Biglietti Napoli-Juventus: info e prezzi. San Paolo verso il pienone

INSIGNE –Non è mai stato un ‘Lorenzo da solo contro tutti’. Sicuramente non veniva aiutato, ma l’atteggiamento, la voglia di caricarci e di aiutarci e tutto quello che abbiamo visto conto la Lazio lui lo ha sempre messo in campo. Fortunatamente è stato aiutato dalla squadra. Lorenzo rimane un giocatore straordinario che può fare la differenza in qualsiasi momento”.