Home Calciomercato Napoli Calciomercato Napoli, Lozano ai margini: quale futuro in estate?

Calciomercato Napoli, Lozano ai margini: quale futuro in estate?

CONDIVIDI

Il Napoli nella prossima sessione di calciomercato dovrà decidere anche il futuro di Lozano. Il messicano non trova spazio con Gattuso.

Nella felice notte di ‘San Siro’, che ha confermato come in questa stagione il Napoli sappia essere grande contro le grandi, l’unica nota stonata forse è rappresentata ancora una volta da Hirving Lozano. Il giocatore più pagato nella storia del club, infatti, finora è un vero e proprio oggetto misterioso e se possibile con l’arrivo di Gattuso in panchina le cose per il messicano sono ulteriormente peggiorate.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Lozano ha un estimatore: Ancelotti ci pensa

Lozano sempre più ai margini: quale futuro al Napoli?

Lozano deluso
Lozano deluso (Getty Images)

In estate De Laurentiis aveva pagato ben 38 milioni più bonus per strapparlo al PSV e portarlo in Italia ma dopo un ottimo debutto a gara in corso, con tanto di goal contro la Juventus, Lozano è rapidamente sparito dai radar. Già con Ancelotti il messicano ha faticato a imporsi sia come esterno che come seconda punta nel 4-4-2 tanto amato dall’ex tecnico. Ma pure il ritorno al 4-3-3, che sulla carta avrebbe dovuto aiutarlo, non gli è invece valso una maglia da titolare neppure con Gattuso che ha utilizzato Lozano dal 1′ solo contro il Perugia in Coppa Italia buttandolo nella mischia nei minuti finale in qualche occasione e lasciandolo addirittura 90 minuti in panchina ben cinque volte. Il tecnico in conferenza stampa ha d’altronde fatto capire chiaramente cosa manchi a Lozano per sfondare nel nostro calcio: “Può aiutarci ma deve migliorare e non fare 20-30 scatti e poi non averne più, ma 100 come faceva prima. Dobbiamo farlo giocare come faceva prima. Lozano ha iniziato da punta ma voglio vedere il Lozano sgusciante, avvelenato, ci può aiutare molto”. Nelle ultime settimane poi Gattuso ha provato anche a cambiare ruolo al messicano, spostandolo da destra (dove Politano è diventato la prima alternativa a Callejon) a sinistra: “Sta lavorando. Io non ho nulla contro di lui, faccio delle scelte e so che è un patrimonio della società. Sta soffrendo perché non gioca, ma dobbiamo provarlo anche a sinistra perchè può fare delle cose. A destra gioca a palla scoperta, a sinistra credo sia più a suo agio a piede invertito”.

Il calciomercato chiama: obiettivo evitare una minusvalenza

De Laurentiis al 'San Paolo'
De Laurentiis al ‘San Paolo’ (Getty Images)

Contro l’Inter però, nonostante l’assenza forzata di Insigne causa contusione al ginocchio, Gattuso ha preferito schierare Elmas piuttosto che Lozano. Una scelta che, soprattutto in Messico, non è certo passata inosservata ed ha attirato parecchie critiche sul tecnico del Napoli pronto ancora una volta a spiegare le sue ragioni senza troppi giri di parole: “Anche con la Juve Insigne aveva problemi e si riscaldò Elmas, può fare quel ruolo, ha forza, tecnica ma può migliorare, è uno che quando ripiega lo fa bene, col veleno, non si fa saltare e non ti dà 4-5 metri per farti crossare”. Ogni riferimento a Lozano non sembra puramente casuale. Ecco perchè, se le cose da qui a giugno non dovessero cambiare e Gattuso rimarrà sulla panchina del Napoli pure nella prossima stagione, sembra difficile che il messicano accetti di vivere un altro anno in panchina. Allo stesso tempo De Laurentiis vorrà comunque evitare una minusvalenza e salvaguardare l’investimento fatto su Lozano, che quindi potrebbe magari trasferirsi in prestito con diritto di riscatto fissato intorno ai 30 milioni di euro. Sempre che nei prossimi mesi il messicano non trovi dentro di sé il veleno necessario per convincere Gattuso a dargli un’altra occasione.