Home Napoli News Infortuni Napoli, il punto dopo l’allenamento: da Elmas a Insigne

Infortuni Napoli, il punto dopo l’allenamento: da Elmas a Insigne

CONDIVIDI

Allenamento mattutino per il Napoli agli ordini di Gattuso: il quadro della situazione relativa agli infortuni, da Elmas a Insigne passando per Maksimovic.

Infortuni Napoli Elmas
Elmas Napoli (Getty Images)

Il calcio italiano è fermo almeno fino al 3 aprile, ma quello europeo non conosce sosta: Champions ed Europa League tornano con il programma degli ottavi di finale che vedranno il Napoli di scena a Barcellona (in un ‘Camp Nou’ senza tifosi) per cercare il pass dei quarti dopo aver pareggiato per 1-1 al ‘San Paolo’. Allenamento mattutino per gli azzurri che si sono ritrovati come al solito a Castelvolturno: Gattuso non ha potuto contare su alcuni giocatori alle prese con i rispettivi infortuni, tra cui capitan Insigne.

Come si evince dal report pubblicato sul sito ufficiale del Napoli, la squadra si è allenata sul campo 2 dedicandosi ad un’attivazione a secco, seguita da un lavoro finalizzato al possesso palla e da una seduta tecnico-tattica svolta a tutto campo. Nel finale spazio per una serie di partitelle a campo ridotto.

Solo terapie per Maksimovic dopo che gli esami hanno evidenziato una distrazione di primo grado del gastrocnemio mediale della gamba destra, problema che gli impedirà di prendere parte all’imminente trasferta catalana. Ancora lavoro personalizzato sia per Elmas che per Insigne, mentre Malcuit prosegue col programma di lavoro tra campo e palestra per recuperare al meglio dalla rottura del legamento crociato.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Voli bloccati Italia-Spagna, cosa accade alle italiane impegnate in Europa?

Infortuni Napoli, Llorente torna in gruppo

Infortuni Napoli Llorente
Llorente Napoli (Getty Images)

Una buona notizia per Gattuso arriva dal ritorno in gruppo di Fernando Llorente, finalmente a disposizione dopo i problemi di lunga data che lo hanno afflitto. Lo spagnolo sarà certamente una valida opzione in più per l’attacco del Napoli: in Europa ha già lasciato il segno con il goal della sicurezza nel 2-0 rifilato al Liverpool nella prima partita della fase a gironi, una delle poche gioie in una stagione fin qui avara di soddisfazioni.