Home Napoli News Napoli, il messaggio di Gattuso: “Restate a casa, è fondamentale”

Napoli, il messaggio di Gattuso: “Restate a casa, è fondamentale”

CONDIVIDI

Gennaro Gattuso lancia un messaggio ai tifosi del Napoli e non solo, in un momento difficile per il Paese che sta mettendo tutti a dura prova.

Gattuso Napoli
Gattuso Napoli (Getty Images)

Il Coronavirus non è ancora stato sconfitto: dopo una leggera flessione dei casi di contagio, nella giornata di ieri c’è stata una nuova impennata per quanto riguarda il numero dei deceduti, quasi 1000 in un solo giorno. In un momento del genere il calcio non può che passare in secondo piano, lasciando il passo a chi questa emergenza la sta combattendo in prima linea, ovvero gli operatori sanitari.

Il Napoli ha comunque provato a lanciare un messaggio ai propri tifosi attraverso un video con mister Gattuso nelle vesti di ‘poliziotto’ per ribadire il concetto: bisogna rimanere a casa. Queste le sue parole: “Ciao a tutti, sono mister Gattuso. Volevo fare un saluto a tutti gli italiani, a tutti i tifosi del Napoli, a tutti i tifosi del calcio europeo e mondiale. So che stiamo attraversando un momento non bellissimo: vi chiedo di restare a casa, e quando dico di restare a casa è restare a casa perché è fondamentale, perché ci sono i nostri dottori e infermieri che stanno facendo un grandissimo lavoro. Dispiace per tutte le persone che ci hanno lasciato ed è per questo che bisogna rispettare le regole. So che è difficile stare a casa ma bisogna che facciamo uno sforzo tutti quanti”.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Svolta Napoli: Milik ha finalmente deciso il suo futuro

Niente allenamenti per il Napoli: la strategia di Gattuso

Napoli Gattuso
Napoli Gattuso Insigne (Getty Images)

I giocatori del Napoli ovviamente non si stanno allenando al centro sportivo di Castelvolturno: tanto lavoro ma nelle rispettive abitazioni, seguendo il programma stilato da Gattuso. E proprio su questo punto è intervenuto ieri Lorenzo Insigne nell’intervista concessa a ‘Sky Sport’: “Con il mister ci sentiamo quasi tutti i giorni, parliamo del lavoro che svolgiamo. Non discutiamo soltanto di calcio ma anche delle nostre famiglie e dell’emergenza che ci ha colpiti”.