Home Altre News La pazza idea della FIFA: nuovo calciomercato no-stop

La pazza idea della FIFA: nuovo calciomercato no-stop

CONDIVIDI

La FIFA sta cercando soluzioni da attuare in caso di slittamento dei singoli campionati oltre il 30 giugno, e così nasce l’idea di un nuovo calciomercato

La FIFA pensa ad un nuovo calciomercato
Gianni Infantino, presidente FIFA (Getty Images)

La FIFA sta lavorando incessantemente per trovare soluzioni adeguate per accontentare tutte le singole federazioni nazionali di calcio. A causa della diffusione a livello mondiale del Coronavirus e dell’emergenza sanitaria in corso, le competizioni nazionali ed internazionali sono ferme, e questo causerà uno slittamento dei calendari. La sospensione o il congelamento dei singoli campionati è un opzione che non piace a molti, tra cui tifosi, molte società, emittenti televisive e la FIFA. Scontenterebbe tutti e sarebbe una sconfitta per il calcio, per lo sport in generale. Il rinvio o prolungamento sembrerebbe l’idea migliore, ma questo porta a stravolgere alcune regole. Per esempio, i contratti dei giocatori e degli allenatori devono essere posticipati fino al termine della stagione in corso. Infatti, sul documento FIFA svelato dalla rivista britannica Reuters, c’è la proposta di confermare la validità dei contratti attuali ed estenderla al termine dell’annata sportiva fissata dalla singola federazione. Inoltre, la FIFA esorta club e giocatori a trovare accordi sul pagamento degli stipendi durante questo lungo stop. E tra le proposte fuoriuscite dal documento, una in particolare riguarda la durata di un nuovo calciomercato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Svolta Napoli: Milik ha finalmente deciso il suo futuro

Nuovo calciomercato, sessione estiva e invernale unite

La FIFA pensa ad un nuovo calciomercato
Sede FIFA (Getty Images)

La pazza idea consiste nell’unire la finestra di mercato estiva e invernale, e creare un nuovo calciomercato senza pause, anche durante il calcio giocato della prossima stagione. Per rendere l’idea, se tutte le competizioni dovessero terminare entro il 31 luglio, la sessione potrebbe cominciare ad agosto e terminare a novembre. In termini di durata complessiva non cambia nulla dal tradizionale calciomercato, si eliminerebbe l’interruzione e le trattative avverrebbero sempre in 4 mesi, ma continui. Questa proposta nasce dal presentimento negativo riguardante la difficoltà di chiudere le singole competizioni nazionali entro il 30 giugno. Non si conoscono ancora le date di fine dell’attuale annata sportiva e nemmeno dell’inizio di quella prossima, ed è davvero difficile per le società, per gli allenatori, per i giocatori in scadenza di contratto riuscire ad organizzarsi senza poter pensare al futuro. Ci sono tante incertezze e poche soluzioni applicabili in questo momento.
Attuando questa proposta della FIFA, il nuovo calciomercato mette le società di fronte ad uno scenario: cambiare in corso d’opera le proprie rose. Un po’ come avviene in NBA, ossia trovare accordi nel corso della stagione con giocatori che all’improvviso lasciano la propria squadra per vestire la maglia di una diversa, magari anche principale rivale. In Italia, tutto ciò avviene a gennaio, ma in tempi molto stretti. Per altri Paesi, invece, sarebbe una novità assoluta.

Un nuovo calciomercato che rimescolerebbe le carte in tavola. Naturalmente, è ancora presto per attuare qualcosa di così complesso. Ci sono ancora tanti punti sui cui lavorare. Per esempio, sarà possibile modificare la lista della rosa UEFA dopo la prima giornata di Champions League? A gennaio 2021 non ci sarà mercato? Domande che troveranno risposte solo quando questo incubo in cui siamo rinchiusi finirà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quando riprende il calcio: l’idea rivoluzionaria del Nizza