Home Calciomercato Napoli Ruiz-Barcellona, Setien: “E’ straordinario, ha un potenziale enorme”

Ruiz-Barcellona, Setien: “E’ straordinario, ha un potenziale enorme”

CONDIVIDI

Fabian Ruiz Barcellona, il tecnico Setien elogia lo spagnolo che ha già allenato al Betis e conosce bene le qualità. Il Napoli è avvisato, maxi plusvalenza?

Fabian Ruiz Napoli Barcellona
Fabian Ruiz, obiettivo di Real Madrid e Barcellona(Getty Images)

Fabian Ruiz continua ad essere nel mirino delle big spagnole. Oltre al Real Madrid, già da tempo sul calciatore anche il Barcellona osserva con attenzione il centrocampista azzurro, pupillo del tecnico Setien, che già lo ha allenato ai tempi del Betis. Proprio l’allenatore blaugrana durante un’intervista rilasciata a La Gazzetta Dello Sport ha tessuto le lodi del centrocampista spagnolo: “Sapevo mi avreste chiesto dell’interesse del Barcellona su Fabian Ruiz. Sono stato con lui un anno ed è stato sufficiente per dimostrare che Fabian è un calciatore di altissimo livello, è straordinario. Aveva un potenziale enorme e riuscì a tirarlo fuori in pochissimo tempo. Con me è stato a suo agio perchè l’ho fatto giocare nella posizione più congeniale a lui, in un contesto calcistico che gli ha fatto bene”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Napoli in ansia per Mertens: contatti frequenti con un altro club

Setien: “Barcellona-Napoli? Speriamo, vorrà dire che le cose vanno bene”

Mertens esultanza Napoli Barcellona
L’esultanza di Mertens durante Napoli-Barcellona (Getty Images)

Nel corso dell’intervista oltre possibile interesse del Barcellona su Fabian Ruiz e altri giocatori del campionato italiano, si è parlato anche del match di ritorno Barcellona-Napoli, che ancora non si sa quando ma soprattutto “se” si giocherà. “E’ presto per parlarne. Mi piacerebbe pensare a quella partita perchè vorrebbe dire che le cose vanno bene, ma ad oggi è solo un desiderio.”

“Nella partita di andata – prosegue il tecnico blaugrana – il loro gioco ci ha sorpreso, ci aspettavamo giocassero in maniera più coraggiosa e invece si sono chiusi facendolo molto bene. E sono stati bravissimi a segnare in contropiede. Non è facile giocare una partita contro una squadra che si chiude in 10 all’interno della propria metà campo. Per superare una difesa così bisogna avere una lucidità che i giocatori non sempre hanno.”