Home Napoli News Effettuati i tamponi ai calciatori del Napoli, c’è un positivo nel Torino

Effettuati i tamponi ai calciatori del Napoli, c’è un positivo nel Torino

CONDIVIDI

Il Napoli riprenderà gli allenamenti in seguito ai risultati dei tamponi dei calciatori, mentre nel Torino spunta un caso positivo

Stadio San Paolo (Getty Images)

Una lenta ripresa, un pachidermico ritorno alla normalità. Mentre la Germania ha già completato la fase 1 e ora sta per completare anche la fase 2 per la ripartenza della Bundesliga, l’Italia fa ancora i conti con le indecisioni del Governo sul tema calcio e con i tanti dubbi sul protocollo. Il 15 maggio potrebbe già riprendere il campionato tedesco, intanto in Italia riprendono a piccoli, piccolissimi passi gli allenamenti dopo tutti i controlli necessari per scongiurare Covid positivi. La Juve, il Sassuolo e altre squadre italiane hanno già ripreso ad allenarsi. Anche il Torino domani comincerà la preparazione atletica al Filadelfia, pur avendo rilevato un tampone positivo tra i calciatori. La società granata non ha voluto svelare l’atleta, per una questione di privacy, e ha assicurato che si tratta di un asintomatico che resterà in quarantena. Se dovessero uscire altri positivi tra i club di Serie A, la via per la ripresa potrebbe rallentare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Si sblocca il rinnovo di Mertens? L’indizio arriva da De Laurentiis

Napoli, tamponi negativi: ricominciano gli allenamenti

napoli tamponi allenamenti
Karnezis durante un allenamento (Getty Images)

In casa Napoli intanto arriva la prima buona notizia: per ora tutti negativi al tampone. Tuttavia, a causa di un problema tecnico, l’unico test da rielaborare è quello di Karnezis, fa sapere Radio Kiss Kiss. Gli altri calciatori azzurri potranno riprendere gli allenamenti dopo 2 mesi di esercizi Tabata e sessioni atletiche casalinghe. Si divideranno in due gruppi da 12, divisi a loro volta in 3 sottogruppi da 4 calciatori che si alleneranno a turno sui tre campi di Castel Volturno. Sessioni brevi, ritmi contenuti e social distancing fin dalla doccia: il nuovo spogliatoio sarà casa propria, ognuno dovrà cambiarsi da solo.

Inizio degli allenamenti però non vuol dire necessariamente inizio del campionato: Spadafora continua a prendere tempo, si attende l’incontro tra i medici del Governo e quelli della FIGC per il protocollo sanitario. Intanto il calcio intanto aspetta, vuole sapere che fine farà. Se possibile, il prima possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il calcio in Europa: riparte la Bundesliga, stop dal Belgio