Home Calciomercato Napoli Napoli revolution sul calciomercato: gli addii che non ti aspetti

Napoli revolution sul calciomercato: gli addii che non ti aspetti

CONDIVIDI

Il calciomercato del Napoli prevede una vera e propria rivoluzione. Fra le varie cessioni ne spuntano alcune davvero inattese

Le cessioni che non ti aspetti. Il restyling estivo che il calciomercato Napoli voleva fare per preparare la squadra della prossima stagione sta diventando una rivoluzione a tutto tondo. Erano previste e prevedibili gli addii di calciatori a fine ciclo come Callejon, Allan, Milik, Koulibaly, ma adesso iniziano a farsi largo anche nomi di elementi che fino a qualche settimana fa sembravano intoccabili. Come Maksimovic, che ha diverse pretendenti in Italia e all’estero. Piace particolarmente al Milan, così come Hysaj piace molto a Roma e Torino. E che dire di Alex Meret, un patrimonio in banca per De Laurentiis e per il Napoli. Ma vuole giocare e Gattuso non lo vede. Per questo potrebbe andar via anche lui, seppur rigorosamente in prestito. Per finire c’è Lozano: sembrava essersi guadagnato la riconferma ma l’ipotesi di una sua cessione anche in prestito non è ancora da escludere del tutto.

Calciomercato, oltre le cessioni: il Napoli lavora anche in entrata

calciomercato napoli veretout
Veretout dal dischetto contro il Napoli (Getty Images)

Poi si lavorerà sul mercato in entrata, e lì per Giuntoli si aprirà un mondo. Reguilon per la fascia sinistra (ma andrà prima ceduto Ghoulam, che piace al Wolverhampton), Faraoni per quella destra. Gabriel come centrale difensivo, ma lì bisogna muoversi perché stanno iniziando ad accendere i riflettori tutte le big di Premier e la prelazione che ha il Napoli presto potrebbe non essere più valida. Veretout in mezzo al campo non appena sarà ceduto Allan, poi Under e Boga come esterni d’attacco, con il secondo che diventerebbe un obiettivo molto sensibile se davvero andasse via anche Lozano. Questi gli obiettivi principali per un movimento di fondi che va oltre i 200 milioni, in entrata e anche in uscita. Una vera rivoluzione, per un Napoli da rifondare.