Home Napoli News AZ-Napoli 1-1: Mertens non basta, qualificazione rimandata

AZ-Napoli 1-1: Mertens non basta, qualificazione rimandata

CONDIVIDI

Un punto a testa per AZ e Napoli che si giocheranno la qualificazione ai sedicesimi all’ultimo turno. Martins Indi risponde a Mertens.

AZ Napoli
Il rigore parato da Ospina in AZ-Napoli (Getty Images)

Il Napoli dovrà soffrire altri 90 minuti per conquistare l’accesso ai sedicesimi di Europa League: l’1-1 sul campo dell’AZ rimanda la qualificazione all’ultima giornata, quando al ‘San Paolo’ ci sarà la sfida con la Real Sociedad, fermata a sua volta dal Rijeka sul 2-2.

Il ‘veleno’ tanto decantato da Gattuso alla vigilia si vede eccome nella manovra azzurra, almeno nei primi minuti: il goal di Mertens è il risultato di una bella azione conclusa dal belga con un tocco ad anticipare i difensori sul primo palo, sfruttando un assist di Di Lorenzo. ‘Ciro’ ha anche l’opportunità di raddoppiare subito dopo, imbeccato con una giocata deliziosa da Zielinski, ma il suo tiro al volo è alto. L’AZ è sornione e la qualità dei ragazzi di Slot viene fuori solo col passare dei minuti: Ospina è attento sul piazzato di Aboukhlal, la girata aerea di Hatzidiakos mette un po’ di apprensione ma nulla di più.

Il buon momento degli olandesi prosegue anche nella ripresa e trova la sua sublimazione nel goal del pareggio: tiro al volo di Koopmeiners sugli sviluppi di un corner che si trasforma in assist per la zampata ravvicinata di Martins Indi, tenuto in gioco da Ghoulam e perso in marcatura da Maksimovic. L’inerzia è tutta in favore dei padroni di casa, trascinati da Aboukhlal: Ospina blocca in due tempi sul primo palo. Al 59′ la possibile svolta: Bakayoko frana in maniera scomposta su Aboukhlal e Buquet non può far altro che assegnare un calcio di rigore sacrosanto, che Koopmeiners si fa parare da un grande Ospina. Gattuso stravolge la squadra con cinque cambi in nove minuti e, uno di questi, si rivela il più pericoloso: doppia occasione per Petagna, prima con un’incornata di poco fuori e poi con un diagonale rasoterra che non si tramuta nel goal dell’1-2.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Rinnovo Gattuso, c’è l’accordo fino al 2023: i dettagli del nuovo contratto

AZ-Napoli 1-1, il tabellino

Marcatori: 6′ Mertens (N), 53′ Martins Indi (A)

AZ ALKMAAR (4-3-3): Bizot; Sugawara, Hatzidiakos, Martins Indi, Wijndal; Midtsjo, De Wit, Koopmeiners; Stengs, Guðmundsson (70′ Boadu), Aboukhlal (82′ Karlsson). All. Slot

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (66′ Mario Rui); Fabian Ruiz (57′ Elmas), Bakayoko, Zielinski (61′ Petagna); Politano (61′ Lozano), Mertens (66′ Demme), Insigne. All. Gattuso

Arbitro: Buquet (Francia)

Ammoniti: Martins Indi (A), Wijndal (A), Demme (N)

Espulsi: nessuno

Le pagelle azzurre: muro Ospina, flop Bakayoko

OSPINA 7,5 – Il colpo di reni sul piazzato di Aboukhlal è apprezzabile, il riflesso sul rigore parato a Koopmeiners ancor di più.

DI LORENZO 6,5 – Impreziosisce una prestazione battagliera con l’assist per il goal di Mertens.

MAKSIMOVIC 5,5 – Sulla rete di Martins Indi spera nella segnalazione dell’assistente confidando nel fuorigioco: e sbaglia.

KOULIBALY 6,5 – Mette ordine usando il fisico quando gli attacchi dell’AZ si fanno terribilmente consistenti.

GHOULAM 6 – Segnali incoraggianti e qualche sovrapposizione che fa ben sperare per il futuro. (66′ MARIO RUI 6 – Si vede con un cross perfetto per la testa di Petagna).

FABIAN RUIZ 6 – Fa la spola tra la mediana e la trequarti, gli manca il guizzo vincente. (57′ ELMAS 5,5 – Non ha molte occasioni per farsi notare).

BAKAYOKO 5 – Per il francese non è un buon momento: causa in modo quasi dilettantesco un rigore che rischia di compromettere la partita.

ZIELINSKI 6 – Gattuso ha ammesso la scarsa condizione del polacco che non si è ancora del tutto ripreso dopo la positività al Covid-19: sufficienza che è prima di tutto uno sprone a far meglio. (61′ PETAGNA 6 – Va vicino al vantaggio per due volte, la seconda delle quali non è fortunata per questione di centimetri).

POLITANO 5 – Non è brillante come al solito, il suo punto di forza è l’uno contro uno ma stasera non gli riesce bene quasi nulla. (61′ LOZANO 6 – Rispetto a Politano mette quantomeno in apprensione la retroguardia olandese).

MERTENS 7 – Ci mette la firma come sa fare lui e la sostituzione con Demme non è sicuramente una scelta tecnica. (66′ DEMME 6 – Ci mette grinta, forse pure troppa).

INSIGNE 5,5 – Gattuso lo ha definito ‘musone’ e lui non fa molto per smentirlo: prova incolore del capitano.