Home Napoli News Juve-Napoli, ricorso al Collegio di Garanzia del CONI: c’è la data

Juve-Napoli, ricorso al Collegio di Garanzia del CONI: c’è la data

CONDIVIDI

Juve-Napoli non è ancora finita, gli azzurri sperano nel ricorso al CONI: stabilita la data della discussione.

Juve-Napoli si rigioca il 22 dicembre, almeno davanti ai giudici. Dopo la sentenza del Giudice Sportivo, confermata poi dalla Corte d’Appello Federale, che ha visto gli azzurri puniti con la sconfitta a tavolino e un punto di penalizzazione ora a pronunciarsi sarà il Collegio di Garanzia del CONI.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Juve-Napoli, ricorso respinto: confermato il 3-0

Juve-Napoli, ricorso al CONI: c’è la data, sentenza immediata

L’udienza del Collegio di garanzia dello Sport del Coni per il caso Juve-Napoli si svolgerà il 22 dicembre alle ore 14.30 a sezioni riunite, con il presidente Franco Frattini e quattro componenti delle altre sezioni. La sentenza è attesa lo stesso giorno già in serata. Il Napoli ha presentato ricorso per chiedere “di annullare la decisione della Corte Sportiva d’Appello Nazionale impugnata, confermativa della decisione del Giudice Sportivo Nazionale presso la Lega Nazionale Professionisti di Serie A (anche essa oggetto di impugnazione)  e, per l’effetto, rilevata la causa di forza maggiore ex art. 55 NOIF, o, comunque, riconosciuta la sussistenza del factum principis, di ordinare direttamente alla Lega Nazionale Professionisti di Serie A ed alla FIGC, per quanto di rispettiva competenza, la disputa della gara Juventus – Napoli, valida per il campionato di Serie A 2020 – 2021, nonché la restituzione del punto di penalizzazione in classifica irrogato con la medesima sanzione”.

ricorso napoli sentenza
L’Allianz Stadium (GettyImages)

Cosa chiede il Napoli al Collegio di Garanzia del CONI

Ma cosa chiede esattamente il Napoli al Collegio di Garanzia del CONI? L’obiettivo è obbligare Federcalcio e Lega a fissare una nuova data per Juventus-Napoli, che dunque dovrebbe essere recuperata al più presto.

  • in ragione dei numerosi precedenti dello stesso Collegio di Garanzia che – laddove ha accolto i ricorsi avverso provvedimenti disciplinari aventi ad oggetto la perdita della gara a tavolino – ha annullato senza rinvio, disponendo la disputa della relativa gara.

In via subordinata il Napoli chiede che il CONI annulli la decisione e rimandi il caso alla stessa Corte d’Appello Federale, che dovrebbe esaminare nuovamente la pratica in diversa composizione.

  • di annullare la decisione della Corte Sportiva d’Appello Nazionale impugnata, confermativa della decisione del Giudice Sportivo Nazionale presso la Lega Nazionale Professionisti di Serie A (anche essa oggetto di impugnazione), rimettendo la fattispecie alla Corte Sportiva d’Appello Nazionale affinché, in diversa composizione, svolga un nuovo esame del merito.