Home Napoli News Napoli, la festa è finita: testa alla Sampdoria. La curiosa coincidenza

Napoli, la festa è finita: testa alla Sampdoria. La curiosa coincidenza

CONDIVIDI

Durano poco i festeggiamenti per il passaggio del turno di Europa League, poiché il Napoli ospiterà la Sampdoria allo stadio Maradona e avrà un calendario fitto di impegni di campionato.

Napoli Real Sociedad Zielinski
L’esultanza di Zielinski in Napoli-Real Sociedad (Getty Images)

Il pareggio contro la Real Sociedad è valso quanto una vittoria. Sarebbe stato sicuramente bello vincere alla prima gara ufficiale al Diego Armando Maradona, ma in fondo va bene così. Si è visto un grande spirito di squadra, un gruppo compatto pronto ad aiutarsi e attento, fino a pochi secondi dalla fine, quando ormai i giochi erano fatti. Giusto festeggiare. Per il primo posto in un girone complicato. Per il passaggio del turno. Per Zielinski ritrovato e per la bella notizia: Piotr diventerà presto papà.

Tuttavia, il calendario del Napoli impone una certa fretta a tornare concentrati sui propri obiettivi. Festeggiare sì, ma non troppo. Domenica alle ore 15.00 arriverà la Sampdoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gattuso conquista le fasi finali di coppa: ora il merito è tutto suo

Napoli, l’ultimo gol di Maradona in Serie A contro la Sampdoria

napoli sampdoria maradona
Stadio Diego Armando Maradona (GettyImages)

Il Napoli ha segnato 8 gol nelle ultime due partite di campionato, senza subirne neanche uno. Negli ultimi match la difesa sta dando ottimi risultati, seguita da un reparto offensivo in palla, concreto. Si è trovato il giusto equilibrio, venuto a mancare in qualche occasione nel mese di novembre prima e dopo la sosta.

Ora non ci saranno pause fino a Natale. Il Napoli giocherà solo per il campionato e in attesa di capire cosa deciderà il Collegio di Garanzia del CONI in merito alla gara contro la Juve, bisognerà accumulare più punti possibile. Domenica contro la Sampdoria, andrà in scena la prima gara di Serie A allo Stadio Diego Armando Maradona. E, per una particolare coincidenza, el Pibe de Oro segnò il suo ultimo gol in Serie A proprio ai doriani nel 1991. Dunque, questa sarà l’occasione per gli azzurri di vincere e conquistare i primi tre punti nel tempio del proprio ‘D10S’, contro cui si interruppe la storia per una tragica squalifica per doping.