Home Napoli News Napoli, gli infortunati verso il recupero: gli azzurri puntano al rush finale

Napoli, gli infortunati verso il recupero: gli azzurri puntano al rush finale

CONDIVIDI

Il Napoli prepara il rush finale per la conquista del posto in Champions: Da Manolas a Rrahmani, gli infortunati già hanno cerchiato la data del rientro in campo.

rrahmani infortunato napoli
Napoli, Amir Rrahmani infortunato (gettyimages)

Una sosta per ricaricare le batterie, per recuperare i vari infortunati e presentarsi al rush finale più carichi che mai. Il Napoli trema per Mertens e Koulibaly ma intanto Gattuso ritrova tutti i suoi lungodegenti. Eccetto Ghoulam, ovviamente, che ne avrà fino all’anno prossimo, gli altri acciaccati stanno veleggiando verso il rientro a disposizione fin dalla sfida col Crotone. Manolas a Castel Volturno lavora sodo per essere disponibile almeno per il recupero contro la Juventus, mentre Petagna, Rrahmani e Lobotka potrebbero riaggregarsi al gruppo già fin dalla sfida col Crotone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Infortunio alla spalla col Belgio: le condizioni di Mertens

Infortunati Napoli, le sfide contro Crotone e Juventus nel mirino

napoli infortunati
Napoli, Manolas e altri infortunati azzurri verso il recupero (Gettyimages)

Gli infortunati del Napoli sono sulla via del recupero. Hanno già cerchiato in rosso una data: 3 aprile, Napoli-Crotone, la prima di un filotto di sfide che diranno molto sulla possibile qualificazione del Napoli alla prossima Champions League. Addio per il momento alla settimana tipo, perché dopo il Crotone ci saranno due trasferte piuttosto impegnative: il recupero di Juve-Napoli in infrasettimanale e poi, domenica 11 Sampdoria-Napoli, con la squadra di Ranieri che è una delle sorprese di questo campionato. Poi dopo la Samp 7 giorni senza interruzioni, con due sfide al Maradona nel giro di pochi giorni, entrambe di importanza fondamentale: Napoli-Inter il 18 aprile, Napoli-Lazio il 22. Gli ultimi due grandi ostacoli prima di un finale con partite tutte abbordabili, almeno sulla carta. Torino, Cagliari, Spezia, Udinese e Fiorentina, per poi chiudere col Verona. Raggiungere i primi 4 posti non sarà facile, ma il Napoli ha l’opportunità di provarci, con una squadra che può chiudere in crescendo e confermarsi in gran forma, come certificano i 13 punti su 15 nelle ultime 5 partite.