Diario Europei – Il sogno spezzato, Ronaldo come record

0
161

Diario Europei – Il sogno spezzato dell’Ungheria di Marco Rossi, l’ennesimo record di Cristiano Ronaldo. Italia, Belgio e Olanda volano.

La favola senza lieto fine dell’Ungheria, l’ennesimo record della carriera di Cristiano Ronaldo, l’orgoglio della Danimarca, le conferme di Olanda e Belgio, la rivincita di Luis Enrique. L’ultima giornata della fase a gironi di Euro 2020 non regala sorprese e porta agli ottavi tutte le grandi favorite della vigilia con almeno un paio di match di altissimo livello: Inghilterra-Germania e Belgio-Portogallo.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Diario Europei – Il fattore G

Diario Europei, il sogno spezzato dell’Ungheria

Il sogno di Marco Rossi, Ct italiano della rivelazione Ungheria, si ferma al minuto 84 della gara contro la Germania. I magiari, dopo aver già fermato la Francia campione del mondo, si ripetono contro i tedeschi che solo qualche giorno prima avevano travolto il Portogallo. Un risultato che però non evita all’Ungheria l’ultimo posto del Gruppo F e la conseguente eliminazione.

Cristiano Ronaldo da record

Volano agli ottavi a braccetto invece la Francia e il Portogallo. Deschamps ritrova i gol di Benzema, autore di una doppietta, mentre i lusitani ringraziano ancora una volta Cristiano Ronaldo che con i due rigori trasformati mercoledì sera aggancia l’iraniano Ali Daei come miglior marcatore di sempre con una nazionale oltre a staccare i rivali nella classifica marcatori di Euro 2020.

Cristiano Ronaldo Portogallo
Ronaldo capocannoniere di Euro 2020 (Getty Images)

Olanda e Belgio volano insieme all’Italia

Così come l’Italia, che batte anche il Galles nonostante il robusto turnover attuato da Mancini, chiudono la fase a gironi a punteggio pieno pure un Olanda sempre più convincente ed il Belgio di Romelu Lukaku, ancora a segno contro la Finlandia. L’Inghilterra batte di misura la Repubblica Ceca e vince il suo girone davanti alla Croazia trascinata da Luka Modric e dall’altro interista Perisic.

Zielinski subito a casa con la Polonia

Finiscono con largo anticipo invece gli Europei della Polonia di Zielinski, sconfitta anche dalla Svezia in cui brilla la stella dello juventino Kulusevski. La Danimarca travolge la Russia e può dedicare la qualificazione a Christian Eriksen. Infine ecco il riscatto della Spagna che cala addirittura la manita contro la Slovacchia nonostante il rigore fallito in avvio di gara da Alvaro Morata.