Home Napoli News Maglia autoprodotta, dal Perugia al Lecce: a chi si ispira il Napoli

Maglia autoprodotta, dal Perugia al Lecce: a chi si ispira il Napoli

CONDIVIDI

La prossima maglia del Napoli sarà autoprodotta dal club: i casi celebri e simili a cui la società De Laurentiis ha tratto ispirazione.

galex perugia
Nakata con la maglia del Perugia sponsorizzata Galex (Gettyimages)

Terminato il rapporto con Kappa, la società partenopea è pronta ad iniziare un nuovo capitolo del merchandising. Infatti, la prossima maglia del Napoli potrebbe essere autoprodotta, grazie all’aiuto dell’azienda Onis Swiss. I disegni saranno realizzati da Giorgio Armani, non nuovo a collaborazione con il mondo dello sport, ma solo alla seconda ideazione di un kit per il calcio.

Non è la prima volta che un club realizzi una maglia autoprodotta in Italia, anzi, già negli anni ’90 ci fu un caso molto simile e particolare, che ha aperto le porte a nuovi orizzonti. Fu il Perugia di Gaucci a vestire per circa 10 anni la maglietta Galex, nonché brand sportivo ideato dall’amministratore delegato della società umbra e figlio del presidente. Insomma, affari di famiglia. Più recentemente, negli ultimi 10 anni, ci sono stati casi diversi di autoproduzione di maglie.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> La nuova maglia del Napoli sarà autoprodotta: disegni di Armani

Maglia autoprodotta, Udinese come Perugia: il Lecce self-made

maglia autoprodotta
Maglia del Lecce (GettyImages)

Il Perugia indossò il kit sponsorizzato Galex dal ’95 al 2005, brand controllato dal figlio del patron che allo stesso tempo svolgeva un ruolo importante nella società. Dunque, anche l’Udinese ha copiato la stessa idea della famiglia Gaucci, affidando dalla stagione 2013/2014 la realizzazione delle divise da gioco all’azienda controllata dal proprio responsabile di marketing Massimiliano Ferrigno: il gruppo HS Marketing. Nello stesso anno, in Serie A la Roma presentava le maglie senza sponsor, ma con la sola scritta Roma Cares.

Una novità per il calcio italiano, sotto certi aspetti, ma formalmente la divisa fu prodotta da Ares, azienda collegata al marchio Asics. Infine, il primo vero caso e forse unico caso di autoproduzione di maglie da gioco calcistiche è il Lecce. Nel 2018 il club pugliese ha deciso di fondare il marchio M908 che produce i kit della squadra giallorossa. Ecco dunque da dove nasce l’ispirazione del Napoli sulla maglia autoprodotta. Non resta che scoprire le tecnologie e il design innovativo della nuova divisa azzurra, disegnata da Armani.