Home Altre News Diario Europei – La caduta degli Dei

Diario Europei – La caduta degli Dei

CONDIVIDI

Diario Europei – Gli ottavi di finale segnano la caduta degli Dei: Kylian Mbappé e Cristiano Ronaldo sono già fuori. Svizzera avanti.

Tante le sorprese regalate dagli ottavi di finale di Euro 2020, che vedono la prematura eliminazione contemporaneamente della Francia campione del mondo, del Portogallo campione d’Europa in carica e della Croazia vicecampione del mondo. La competizione così perde alcune delle sue stelle più attese, ma ne scopre altre.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Il sogno spezzato dell’Ungheria

La caduta degli Dei: fuori Mbappè e Ronaldo

Salutano con largo anticipo gli Europei, tra gli altri, Kylian Mbappè e Cristiano Ronaldo. Il primo con l’aggravante di avere fallito il calcio di rigore decisivo nella lotteria contro la Svizzera. Ai francesi, grandi favoriti della vigilia per la vittoria finale, non è bastata la doppietta di Benzema e un super gol di Pogba per avere la meglio sugli elvetici che hanno anche fallito un penalty con Ricardo Rodriguez. Il Portogallo invece si è dovuto inchinare al Belgio, prossimo avversario dell’Italia nei quarti di finale: a decidere la sfida non sono stati Lukaku, De Bruyne o Eden Hazard bensì il fratello meno noto, Thorgan.

Ronaldo Portogallo
Ronaldo esce di scena (Getty Images)

Diario Europei – Olanda ko, sorpresa Danimarca

Una delle sorprese è sicuramente l’eliminazione dell’Olanda, che aveva chiuso la fase a gironi a punteggio pieno prima di cadere contro la Repubblica Ceca. Protagonista negativo lo juventino De Ligt, espulso per un fallo di mano. Ancora a segno invece l’ex giallorosso Schick che ora affronterà la Danimarca, capace di travolgere 4-0 il Galles grazie alla fantastica doppietta di Dolberg.

Morata trascina la Spagna, Germania eliminata

L’ottavo di finale più emozionante è stato sicuramente quello tra Croazia e Spagna, con le Furie Rosse che si sono fatte rimontare dal 3-1 al 3-3 dopo il clamoroso errore di Unai Simon ma poi vittoriose nei tempi supplementari grazie allo splendido gol realizzato dal tanto criticato Alvaro Morata. La sfida più attesa, quella tra Inghilterra e Germania, è stata vinta dai britannici trascinati ancora da Sterling e che hanno finalmente trovato anche il primo gol di Harry Kane. Infine ha chiuso il quadro il successo a sorpresa dell’Ucraina di Shevchenko, che battendo la Svezia all’ultimo minuto dei tempi supplementari si è qualificata per i quarti di finale: ora appuntamento all’Olimpico di Roma proprio contro l’Inghilterra.