Valzer portieri, UFFICIALE: il Napoli cambia! Due opzioni per il “terzo”

0
483

Novità tra i pali del Napoli: definita una cessione, adesso per il ruolo di terzo portiere alle spalle di Meret e Ospina è corsa a due

Nikita Contini Crotone
Nikita Contini al Crotone (Getty Images)

E’ stato uno dei volti dell’estate del Napoli, schierato tra i titolari da Spalletti tra i pali quando sia Meret che Ospina si trovavano in vacanza per recuperare dalle fatiche post Europei e Copa America: Nikita Contini è stato il terzo portiere del Napoli lo scorso anno e si è ritagliato il suo momento di gloria giocando la sfida di prestigio vinta nettamente contro il Bayern Monaco, ma il suo prossimo futuro non sarà sicuramente all’ombra del Vesuvio.

La società azzurra lo ha infatti ceduto al Crotone con la formula del prestito secco per una stagione: il ragazzo nato in Ucraina disputerà da protagonista un campionato probante come la Serie B e la sua partenza ha aperto un buco all’interno del roster relativo ai portieri, su cui mettere al più presto una toppa. Per il ruolo di terzo alle spalle di Meret e Ospina è corsa a due: in lizza Hubert Idasiak e Davide Marfella, rispettivamente classe 2002 e 1999.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manolas vuole la cessione: il sostituto potrebbe arrivare dalla Juve

Terzo portiere Napoli: Idasiak e Marfella si giocano un posto

spalletti allenatore napoli
Spalletti, allenatore del Napoli (Getty Images)

Due giovanissimi per il ruolo di terzo portiere. Qualora venga scelto, per Idasiak si tratterebbe di una ‘promozione’. Fino a qualche mese fa, infatti, il classe 2002 ha difeso la porta della formazione Primavera che ha concluso al terzo posto il proprio girone, ottenendo la promozione in Primavera 1 dopo un anno di purgatorio. Davide Marfella è reduce invece da tre stagioni al Bari con cui ha disputato da titolare un campionato di Serie D nel 2018/19, salvo poi perdere posizioni nelle gerarchie: la sua è una candidatura forte, essendo cresciuto nel vivaio partenopeo senza però mai esordire tra i grandi. Chissà che la chiamata della vita non arrivi proprio quest’anno.