@NCL – Napoli-Venezia, le ultime di formazione: intervista ad Andrea Martucci

0
412

Le ultime di formazione del Venezia, avversario del Napoli della prima giornata di Serie A: l’intervista al giornalista Andrea Martucci.

paolo zanetti venezia
Paolo Zanetti, allenatore del Venezia (GettyImages)

Il Napoli affronta il Venezia al Diego Armando Maradona domenica 22 agosto alle ore 20:45. Un primo appuntamento atteso da 19 anni per la squadra di Paolo Zanetti. I lagunari presentano diversi problemi a causa di squalifiche ed infortuni e arrivano da una prestazione al di sotto delle aspettative nel turno di Coppa Italia contro il Frosinone. Nonostante i problemi, il Venezia ha superato i ciociari ai rigori e proseguirà il torneo, ma qualche dubbio permane dopo una performance non all’altezza.

Per sciogliere i dubbi di formazione e capire come arriverà e come giocherà la squadra veneta al Diego Armando Maradona, abbiamo contattato il giornalista Andrea Martucci.

Napoli-Venezia, Andrea Martucci: “Si tenterà il colpaccio al Maradona”

napoli venezia
I calciatori del Venezia (GettyImages)

19 anni di attesa per rivivere questo grande appuntamento. Qual è l’umore della piazza? 

C’è grande entusiasmo. Si ritorna in Serie A dopo 19 anni davvero difficili caratterizzati da fallimenti e problemi con le proprietà. Va ricordato che il Venezia è stato ripescato nel 2018-2019 dopo aver perso i playout di Serie B contro la Salernitana. Dopo due stagioni qualcuno dava per spacciata la squadra di Paolo Zanetti, ma il gruppo ha dimostrato una grande unione e ha centrato una promozione “clamorosa”. Lo stato d’animo dei tifosi? Sanno che l’obiettivo è la salvezza. Si arriva a questa partita contro il Napoli con la consapevolezza che bisognerà lottare, ma tutto può succedere. In generale, però, c’è tantissimo entusiasmo attorno alla squadra.

Come arriva il Venezia all’esordio in Serie A contro il Napoli?

Si proverà il colpaccio in trasferta. Ciò non significa che si tenti per forza di conquistare i tre punti. Si spera che le condizioni degli azzurri non siano al top. Credo che siano due le chiavi tattiche per colpire il Napoli. La prima può essere l’utilizzo di Johnsen sulla stessa fascia di Mario Rui, probabilmente l’anello debole dei partenopei. Una seconda chiave tattica sarà quella delle palle inattive. Il Venezia dovrà sfruttare i suoi saltatori, tra cui il neo-acquisto Caldara.

A proposito di Caldara, potrà essere lui l’uomo della salvezza?

E’ sicuramente il colpo dell’estate per i lagunari. La società sapeva bene che bisognava migliorare la fase difensiva e Mattia Caldara sarà l’uomo di punta, nonostante abbia giocato poco negli ultimi anni a causa degli infortuni.

Tornando al gruppo, quanto sarà complicato per mister Zanetti fare a meno degli squalificati in vista del match contro il Napoli?

Quattro squalificati sono tanti. Le assenze di Aramu e Mazzocchi sono molto pesanti perché avrebbero potuto fornire qualità che certamente mancheranno domenica in campo.

Capitolo portieri. Chi giocherà contro gli azzurri?

Maenpaa non sta al meglio, Lezzerini non è al top e quindi potrebbe giocare il terzo portiere Bertinato, che ha già disputato il turno di Coppa Italia contro il Frosinone. Chi sarà il titolare durante la stagione? Lo staff dei portieri del Venezia è molto preparato e lavora bene da diversi anni. Zanetti si affiderà ai suoi uomini per decidere chi difenderà i pali della squadra. Aggiungerei che Maenpaa è un portiere d’esperienza e potrebbe fare la differenza.

Si ringrazia per la disponibilità il giornalista Andrea Martucci.