Napoli-Venezia al ‘Maradona’ con i tifosi: cosa c’è da sapere

0
390

Napoli-Venezia sarà anche la prima al ‘Maradona’ col ritorno dei tifosi dopo la lunga assenza causa Covid. Ecco chi può accedere allo stadio.

tifosi napoli maradona
Tifosi del Napoli (Gettyimages)

Finalmente ci siamo. Dopo mesi di porte chiuse causa pandemia, i tifosi tornano allo stadio anche a Napoli dove il ‘Maradona’ tornerà a riempiersi, seppure ancora non interamente, per la prima giornata di Serie A contro il Venezia. La gara è in programma domenica 22 agosto con fischio d’inizio alle ore 20.45.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli-Venezia: probabili formazioni e dove vederla

Napoli-Venezia, la prima con i tifosi al ‘Maradona’

Nelle scorse settimane il Governo, su indicazione del CTS, ha stabilito che gli stadi potranno essere riempiti fino al 50% della capienza totale ma con alcune restrizioni tra cui la disposizione dei tifosi a scacchiera e ovviamente l’obbligo del green pass. Per assistere a Napoli-Venezia quindi, oltre ad aver acquistato regolarmente il biglietto, bisognerà essere vaccinati o aver sostenuto un test negativo nelle 48 ore precedenti al match oppure essere guariti dal Covid negli ultimi sei mesi.

Biglietti in vendita: prezzi e condizioni

Stadio Maradona Napoli
Stadio Maradona Napoli (Gettyimages)

Gli spettatori dovranno indossare la mascherina per tutta la durata della gara e all’ingresso verrà loro misurata la temperatura corporea che non dovrà superare i 37.5.Vista la capienza complessiva di 55mila posti, in occasione di Napoli-Venezia al ‘Maradona’ potranno accedere circa 25mila tifosi. La società intanto ha già messo in vendita i biglietti con relativi prezzi

Tribuna Posillipo € 70,00

Tribuna Nisida € 50,00

Tribuna Family Adulto € 10,00/ € 5,00 (under 12)

Distinti € 35,00

Curve € 14,00

La vendita dei tagliandi procede a buon ritmo, tanto che i biglietti disponibili per la Curva A e la Curva B superiori risultano già esauriti mentre ne restano pochi a disposizione per Distinti e Curva B inferiore. Il tutto nonostante la protesta dei gruppi ultras organizzati, contrari alle stringenti normative anti-Covid.