Il Napoli veste anche Legea: c’è una ‘discriminazione’ nel club

0
388

Il Napoli trova l’accordo anche con Legea: la novità del club azzurro crea una spaccatura all’interno della società.

Insigne allarga le braccia
Insigne, capitano del Napoli (GettyImages)

La grande novità della stagione del Napoli non è arrivata dal calciomercato, bensì dallo sponsor tecnico. Armani veste la prima squadra e la Primavera del club azzurro per tutta la stagione con il marchio EA7 ben in vista sulla parte alta della maglia. Una notizia inizialmente ben accolta dall’ambiente, ma che nelle ultime ore avrebbe lasciato perplesso più di un tifoso.

La società partenopea, al momento dell’ufficializzazione e dell’annuncio delle nuove divise, aveva specificato che l’accordo con EA7 avrebbe coinvolto solo parte dell’intero organico. Secondo le indiscrezioni, il settore giovanile del Napoli avrà una divisa completamente diversa da quella della prima squadra e vestirà Legea.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> L’autorevole attacco a De Laurentiis: “Basta, così finisce male”

Napoli si spacca in due: settore giovanile con Legea

Lorenzo nsigne esulta al gol
Lorenzo Insigne con la maglia Armani (GettyImages)

I campioncini del futuro del club azzurro non avranno la possibilità di indossare la stessa maglia di Insigne, Koulibaly e tutti gli altri fuoriclasse della formazione di Spalletti. La “scugnizzeria” dovrà accontentarsi di un altro sponsor che, seppur importante e di rilievo, resterà diverso da quello della prima squadra. Infatti, secondo quanto riportato dalla pagina “Giovanili Napoli”, la società avrebbe trovato l’accordo con Legea – brand campano – per vestire l’intero settore giovanile. Una trovata che è stata letta da più di un tifoso come una vera e propria discriminazione, poiché spiccherebbe tra i ragazzi e i loro idoli una differenza sostanziale a livello di immagine.

Gli under 17, gli under 15 e tutte le altre rappresentative giovanili azzurre indosseranno la maglia con sponsor tecnico “Legea“, ma non è ancora certo se quest’accordo è solo provvisorio o sarà una scelta definitiva per l’intera stagione. Fatto sta che ancora una volta il settore giovanile del Napoli resta slegato al progetto ambizioso della prima squadra. E non è un caso se negli ultimi anni sono pochissimi i campioncini che hanno trovato spazio tra i senior: anche l’occhio vuole la sua parte. Insigne e forse ora Gaetano sono gli unici che potranno dire di avercela fatta durante la gestione De Laurentiis.