Napoli Primavera corsaro a Bologna: che rimonta per gli azzurrini

0
284

Il Napoli primavera corsaro a Bologna: gli azzurrini guidati da Frustalupi debuttano conquistando i tre punti in campionato

Nicolò Frustalupi Napoli primavera
Il tecnico del Napoli Primavera Nicolò Frustalupi (Getty Images)

Neopromossa nel campionato Primavera 1, il Napoli ha mostrato i muscoli fin dalla prima giornata di campionato. L’obiettivo degli azzurri è tenere la categoria, dimostrare di poter essere protagonista anche nelle serie giovanili e la squadra affidata a Nicolò Frustalupi – ex vice di Walter Mazzarri in azzurro ed all’Inter – ha iniziato decisamente con il piede giusto.

Un successo subito all’esordio, contro il Bologna e per di più in trasferta, al centro tecnico Galli di Casteldebole. Gli azzurri hanno mostrato grande carattere alla prima uscita stagionale, abili nel rimontare la rete di svantaggio arrivata al decimo di gioco con Raimondo complice un’uscita sbagliata di Idasiak. In campo, tra gli azzurrini, anche Daniel Hysaj, classe ’94 e cugino di Elseid, per una dinastia azzurra che sembra continuare. Gli azzurrini iniziano in salita ma sanno scollinare bene il percorso del match dopo il primo quarto d’ora di gioco. Al 31′ palo centrato da Barba, ma il pari arriva quattro minuti dopo. Ambrosino viene steso in area; rigore che lo stesso attaccante azzurro realizza per il pareggio: 1-1.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, la contraddizione che svela il reale desiderio di Spalletti

Napoli Primavera corsaro a Bologna: la ripresa

Nicolò Frustalupi Napoli primavera
Il tecnico del Napoli primavera Nicolò Frustalupi (Getty Images)

Il Napoli sfrutta il momento positivo ed in chiusura di tempo passa anche in vantaggio; il tiro di Marranzino parato da Bagnolini è il preludio alla rete del sorpasso realizzata da Spavone servito dall’incontenibile Ambrosino.

Nella ripresa il Napoli rischia subito con la traversa di Pietrelli, ma il Napoli risponde colpo su colpo, senza disdegnare la conclusione in porta con Marranzino, come accaduto al 55′. Fase di stanca intorno all’ora di gioco, con il match che si infiamma nuovamente nei minuti finali. Dapprima una grande occasione per i felsinei con il tiro alto di Cavina (84′), poi la risposta di Pesce all’85’ che trova la deviazione di Bagnolini in corner.

Sono gli ultimi colpi di una gara che non cambierà più risultato, con il Napoli che conquista i primi tre punti della sua stagione. Sugli scudi, come detto, Ambrosino ma anche Spavone e D’Agostino.