Napoli-Benevento, la prova generale per la Juve. E non solo in campo

0
309

Accessi più rapidi e misure di distanziamento: Napoli-Benevento sarà un banco di prova anche fuori dal campo, in vista della Juventus

Insigne rigore col Venezia
Insigne dal dischetto (Getty Images)

Rispetto del distanziamento sociale, ma file interminabili e accessi congestionati: la prima al Maradona dopo la pandemia non è stata come molti tifosi si aspettavano. E contro il Venezia, in troppi sono riusciti ad accedere sugli spalti solamente a partita già iniziata. Una problematica non da sottovalutare per i tifosi azzurri, nonostante la previdenza mostrata da molti nel presentarsi ai tornelli con ore di anticipo.

Insomma, in vista della Juventus, meglio farsi trovare pronti. E NapoliBenevento, questa sera, sarà un primo e importante banco di prova. D’altronde, dopo la decisione del CASMS (riguardante la presenza o meno dei tifosi bianconeri al Maradona), in campo scenderà anche il GOS (Gruppo Operativo Sicurezza), capeggiato dal questore di Napoli, Alessandro Giuliano.

Starà a quest’ultimi stabilire tutte le regole di accesso e di prevenzione, in vista della gara contro i bianconeri. Seppur, qualche prima linea guida possa trapelare già nell’amichevole con il Benevento. E la nota diramata dalla SSC Napoli ribadisce: “Si invitano i tifosi a presentarsi ai varchi di accesso con alla mano, biglietto cartaceo e QR-code relativo alla certificazione verde”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli-Juve, caos biglietti: perché il dietrofront del Milan è da esempio

Ritorno tifosi allo stadio
Il ritorno dei tifosi al Maradona (Getty Images)

Napoli-Juventus, quale il ruolo degli steward e quale il ruolo delle società

Al netto di quelle che saranno le indicazioni del CASMS e del GOS, resta da capire quale sarà il reale ruolo degli steward e quale delle società coinvolte. Dopotutto non si può fare affidamento solo sulla civiltà e sul buon senso del pubblico napoletano, come dimostrato contro il Venezia. Nonostante il comportamento esemplare dei tifosi giunti al Maradona, si sono registrate comunque delle inefficienze e dei rallentamenti nell’afflusso degli stessi sugli spalti.

Allora, come potrebbe migliorare la situazione? Dando maggior potere agli steward (pagati di media 14€ al giorno, per turni dalle 8 alle 10 ore) e alle società? O attendere che sia il GOS e la questura di Napoli ad accrescere l’efficienza della macchina organizzativa? Domande alle quali il tifo azzurro attende risposte già in questa amichevole con il Benevento. In fondo, tornare allo stadio dovrebbe essere una gioia di questo post-pandemia. Non certo un’impresa titanica da conquistare sgomitata dopo sgomitata.