Serie A, le designazioni arbitrali fanno discutere: tifosi scatenati sui social

0
288

La terza giornata di Serie A vedrà Napoli-Juve nel week end: l’AIA ha diramato le designazioni e la polemica già infuria

Daniele Orsato Serie A designazioni
L’arbitro Daniele Orsato (Getty Images)

La Serie A, dopo la pausa per le nazionali, tornerà con un turno davvero da brividi; il sabato pomeriggio l’attenzione sarà tutta rivolta allo Stadio Maradona di Napoli, dove gli azzurri ospiteranno la Juventus di Max Allegri in una sfida al cardiopalma.

I bianconeri hanno un solo punto in classifica e sono in affanno, i partenopei invece primi in classifica a punteggio pieno e puntano ad allungare ancora, spedendo i rivali a -8. L’attenzione, manco a dirlo, sarà rivolta anche sul direttore di gara, considerato come Napoli-Juventus non sarà mai una sfida normale.

La sestina arbitrale avrà i riflettori puntati addosso, al pari se non di più dei 22 protagonisti in campo. E le designazioni arrivate dall’AIA hanno già provocato le prime polemiche, con i tifosi che si sono scatenati sui social per le scelte che hanno destato più di qualche perplessità.

LEGGI ANCHE >>> Allegri cambia per il Napoli: scelta inedita per arginare Osimhen

Serie A, Irrati per Napoli-Juve ed Orsato per l’Inter

Al Maradona il fischietto sarà Massimiliano Irrati, con Passeri e Costanzo guardalinee ed Ayroldi quarto uomo. Al VAR ed all’AVAR, rispettivamente, Mariani e Meli. Una designazione che non è assolutamente piaciuta ai tifosi che su Twitter hanno sollevato i primi dubbi per una designazione – a loro dire – a favore dei bianconeri.

Irrati in Napoli-Juve ed Orsato in Samp-Inter” ha scritto un tifoso su Twitter che poi ha aggiunto “non bisogna fare scappare il treno davanti, altrimenti i punti diventano troppi“. Un attacco frontale che ha coinvolto anche Daniele Orsato, il fischietto di Schio che torna a dirigere i nerazzurri tre anni dopo la sfida del Meazza contro la Juve. In quell’occasione – i tifosi lo ricordano bene – non fu espulso Pjanic per un colpo da kung fu su Rafinha, con ammissione di colpa del fischietto circa l’errore decisamente tardiva.