Napoli, attento: un altro terribile ‘problema’ attende Manolas

0
186

Dopo l’errore contro la Juventus, fari puntati sul momento di Kostas Manolas: per lui e il Napoli, attende un altro problema all’orizzonte

Manolas che applaude
Kostas Manolas (Getty Images)

L’errore contro la Juventus ha fatto tanto rumore, anche se il risultato ha arriso poi al suo Napoli. Non è stato un grande weekend, però, quello di Kostas Manolas, che adesso si trova a doversi riscattare (al netto di eventuali imprevisti di formazione) in una delle partite più difficili di questa stagione.

Giovedì, gli azzurri saranno di scena al King Power Stadium, contro il Leicester City di Brandon Rogers. Una squadra tra le più in forma del campionato inglese, che da due stagioni sfiora costantemente la qualificazione in Champions League, battagliando (quasi) ad armi pari con le big di sua Maestà.

Al centro dell’attacco delle foxes, ci sarà l’eterno Jamie Vardy, leggenda e colonna del club inglese dal 2012, nonché punta di diamante di mister Rogers. Il bomber inglese sarà un banco di prova inedito per Manolas Koulibaly, visti suoi numeri e le sue caratteristiche tecniche e comportamentali.

LEGGI ANCHE >>> Chi è Idasiak, il terzo portiere del Napoli in Europa League

Vardy che esulta
Jamie Vardy (Getty Images)

Rapido, letale e attaccabrighe: Jamie Vardy avverte il Napoli

Ragion per cui, la prova Vardy per la difesa del Napoli sarà una prova dura e tutta da scoprire. In Serie A nessun attaccante può essere comparato all’attaccante inglese per lignaggio e per qualità fisiche e tecniche. E quindi, Spalletti sarà costretto a preparare le misure anti-Vardy nel minimo dettaglio, senza poter fare il calco su qualche scenario già affrontato e risolto.

Un fattore da non dimenticare, per un giocatore rapido, tecnico e dotato della stessa pacatezza di un hooligan. Insomma, l’attaccante del Leicester sarà l’enigma peggiore da risolvere per Manolas e Koulibaly, entrambi chiamati a dare fondo alla propria esperienza e al proprio atletismo. E soprattutto, chiamati a stare perennemente sul pezzo.

D’altronde, i numeri parlano da soli: da quando è arrivato Brandon RogersVardy è diventato ulteriormente il faro d’attacco delle foxes. In due anni e qualche partita, ha messo a segno oltre 51 gol e 18 assist, rivelandosi l’ingranaggio fondamentale di un sistema offensivo, tra i più efficienti e organizzati della Premier (135 gol, nelle ultime due stagioni). Un bel guaio per la difesa azzurra, che contro Venezia, Genoa e Juventus ha dimostrato ancora di aver bisogno di un ulteriore giro di vite.