Napoli-Cagliari 1-1: lo ‘schiaffo’ di Nandez e quel segnale preoccupante

0
641

L’ultimo confronto tra Napoli e Cagliari non è ricordato con piacere dai tifosi azzurri, gelati dal goal di Nandez nel finale di gara.

Napoli Cagliari Nandez
Il goal di Nandez nell’ultimo Napoli-Cagliari (Getty Images)

Dici Cagliari e i ricordi che riaffiorano sono spiacevoli, quasi terrificanti, spauracchi da eliminare per non incorrere negli errori commessi nel recente passato: se il Napoli non disputa la Champions League, la colpa è soprattutto di quella partita con i rossoblù disputata lo scorso 2 maggio, l’anticamera del triste epilogo venuto alla luce con il passo falso col Verona all’ultima giornata.

Per il popolo partenopeo è difficile – praticamente impossibile – levarsi dalla mente i fotogrammi di quelle immagini scolpite nella memoria: al ‘Maradona’ è il minuto 94 quando Duncan vede e premia l’inserimento alle spalle di Hysaj da parte di Nandez, freddo nel superare Meret per l’1-1 che condannerà il Napoli alla magrissima consolazione per un posto in Europa League.

Quel giorno la temperatura atmosferica è degna della primavera inoltrata, ma in quei secondi tutto questo non vale più: una coltre di gelo immobilizza i presenti sulle gradinate, spettatori inconsapevoli di un fallimento che si sarebbe materializzato tre settimane più tardi. Quella partita può, a ragione, essere considerata la spallata decisiva alla corsa Champions della squadra allora allenata da Gattuso, la scheggia impercettibile su un vetro fatto esplodere in mille pezzi dalla detonazione scaligera.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, che exploit! Così sta ‘mascherando’ anche un problema estivo

Napoli in paradiso, Cagliari all’inferno: stavolta può finire diversamente

Napoli Cagliari Nandez
Napoli Cagliari Nandez (Getty Images)

In pochi avrebbero scommesso sul Napoli capolista solitario (e a punteggio pieno) dopo le prime cinque giornate, lo stesso dicasi per la pessima partenza del Cagliari che finora ha raccolto la miseria di due punti: nemmeno l’arrivo in panchina del grande ex Mazzarri al posto dell’esonerato Semplici ha portato frutti nell’immediato, tanto che la trasferta napoletana appare come lo spartiacque tra una ripartenza col botto e l’ennesima prova deludente. I napoletani, ovviamente, fanno il tifo per la seconda ipotesi, consci comunque che abbassare la guardia potrebbe rivelarsi uno spiacevole esercizio.