Infortunio Ghoulam, che novità! Il rientro e un fantasma da scacciare

0
404

Una grande novità sull’infortunio di Ghoulam: il rientro in campo dell’algerino che un fantasma da scacciare via

Faouzi Ghoulam
Faouzi Ghoulam (Getty Images)

Il Napoli primo in classifica a punteggio pieno è sempre più vicino a recuperare anche i suoi elementi ancora indisponibili, a partire da Faouzi Ghoulam. Il terzino algerino, ma anche Demme e Mertens procedono a passi spediti verso il rientro.

E’ un ritorno, quello del cursore, su cui lo staff tecnico e dirigenziale puntano molto, considerato come nella sessione estiva di mercato non sia stato acquistato alcun terzino sinistro; l’obiettivo è avere il ragazzo al 100% del suo potenziale, pienamente in grado di dare un valido contributo alla causa e creare un dualismo con Mario Rui, fin qui il padrone assoluto della corsia mancina anche per assenza di concorrenza.

Il lusitano si è ben comportato fin qui, ma Spalletti, per concedergli qualche minuto di riposo in un calendario più fitto della selva oscura citata da Dante nella “Divina Commedia”, ha dovuto fare di necessità virtù, adattando nell’ordine Juan Jesus, Di Lorenzo, Malcuit e Zanoli.

LEGGI ANCHE >>> Sì, il Napoli è stato a un passo da Emerson Palmieri: arriva la conferma

Infortunio Ghoulam, è pronto al rientro: le parole di Spalletti

Faouzi Ghoulam
Faouzi Ghoulam (Getty Images)

Ghoulam sta bene, se continua così lo portiamo con noi prossima settimana“. Parole e musica quelle pronunciate in conferenza stampa da Luciano Spalletti, tecnico del Napoli che di fatto ha annunciato come uno dei recuperi più attesi sia ormai completo. Il terzino algerino, calciatore devastante del Napoli di Sarri, è ormai pronto a dare il suo contributo alla maglia azzurra.

Già, ma quando i tifosi azzurri potranno rivederlo nuovamente in campo? Il tecnico ha chiaramente spiegato come il ragazzo abbia bisogno di un’altra settimana di lavoro ed è quindi irrealistico pensare di vederlo in panchina giovedì in Europa League. Possibile, quindi, che la convocazione arrivi per la trasferta di Firenze in programma il 3 ottobre prossimo.

E’ la fine di un calvario per l’algerino, assente dallo scorso marzo, quando si procurò la rottura del legamento crociato, infortunio che ha già patito nel novembre del 2017 nella gara di Champions League contro il Manchester City prima della rottura della rotula del ginocchio destro, lo stesso operato, durante il suo processo riabilitativo.

L’algerino dovrà quindi spazzare via tutti i dubbi e soprattutto scacciare i fantasmi relativi ai suoi infortuni che hanno limitato gli ultimi quattro anni di carriera e la paura di poter incappare in nuovi malanni; tornare il laterale devastante è l’obiettivo, considerato come il ragazzo sia ampiamente in credito con la buona sorte.