“Spalletti ci ha mandato in tilt”: Koulibaly a bomba sull’allenatore

0
402

Nell’intervista con Diletta Leotta, Kalidou Koulibaly svela qual è stata la prima frase di Spalletti detta all’interno dello spogliatoio.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti (LaPresse)

Il caffè, l’amicizia con Insigne e Ghoulam, l’amore per Napoli. Questo e tanto altro nella lunga chiacchierata tra Kalidou Koulibaly e Diletta Leotta su DAZN, nell’intervista a pochi giorni di una partita che vale molto più di tre punti.

Quest’anno la formazione azzurra non giocherà più per un posto in Europa, ma può ambire a tanto altro. Negli scorsi anni, prima con Mazzarri e poi con Sarri, il Napoli e i suoi tifosi hanno sognato di conquistare lo scudetto, senza però riuscire a superare l’ultimo step, quello da grande squadra. Con Spalletti sembra esser cambiata la musica e anche Koulibaly lo riconosce. Nell’intervista con la conduttrice della piattaforma streaming, il difensore senegalese rivela qual è stato il segreto che ha innescato una reazione positiva all’interno dello spogliatoio azzurro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il vecchio obiettivo che può tornare d’attualità, è un pupillo di Spalletti

Koulibaly su Spalletti: “La frase che ci ha mandato in tilt è stata…”

Kalidou Koulibaly
Kalidou Koulibaly (LaPresse)

Il mister ha trovato la ricetta giusta per il gruppo azzurro. Lo riconoscono i media, i tifosi, ma soprattutto gli stessi giocatori, ora più consapevoli dei propri limiti e punti di forza. Il club partenopeo ora può davvero ambire a posizioni importanti in campionato e lo deve soprattutto al cambio allenatore.

Da quando c’è Luciano Spalletti sulla panchina del Napoli è cambiato il vento: “Il mister ci ha dato tante cose da quando è arrivato, soprattutto la mentalità – afferma con sincerità Kalidou Koulibaly ai microfoni di DAZN – Lui ha sempre stimato questo club e il nostro gioco. La prima cosa che ha detto allo spogliatoio è stata ‘devo cercare il problema di questa squadra, perché non è normale che non vince’. Questa frase ci ha mandato in tilt, perché se uno dall’esterno del gruppo dice tutto ciò significa davvero che abbiamo delle potenzialità“. E dunque, ecco svelato dov’è scattata la magia. I calciatori azzurri sono più consapevoli proprio grazie agli insegnamenti e al sostegno del loro nuovo allenatore.