Sassuolo-Napoli, Mertens svolta: contro i neroverdi prova di resistenza

0
465

Per Dries Mertens Sassuolo-Napoli è una prova di resistenza contro i suoi stessi limiti: svelato il motivo.

Dries Mertens
Dries Mertens (LaPresse)

Necessità e non solo. Spalletti dovrà contare ancora su Dries Mertens titolare al centro del suo attacco, vista l’indisponibilità di Victor Osimhen. E l’allenatore non sembra intenzionato ad inserire dal primo minuto Petagna. Almeno non a questo punto della stagione. D’altronde, nel mese di novembre Ciro si è sbloccato ed è tornato a segnare, incrementando quel suo record di gol al Napoli.

Dopo un sontuoso primo tempo contro la Lazio, Spalletti ha richiamato al 64′ il suo attaccante per preservarlo. Il Napoli vinceva 3-0 (sul finale sarebbe arrivato il quarto di Fabian) e non bisognava rischiare di perdere Mertens: ci sono ancora troppe partite da giocare fino a Natale.

E così, Dries si candida alla terza partita consecutiva da titolare: dopo i 90 minuti in Russia contro lo Spartak e i 64 al Maradona, partirà quasi certamente dall’inizio contro il Sassuolo. Da quanto tempo non giocava titolare così tante partite?

Leggi anche >>> Sassuolo-Napoli, sfida tra regine: nessuno meglio di loro

Sassuolo-Napoli, Mertens ancora titolare? Non accadeva da 6 mesi

Mertens, attaccante del Napoli
Mertens, attaccante del Napoli (LaPresse)

L’attaccante numero 14 azzurro quest’estate si è dovuto operare alla spalla, dopo alcuni problemi riscontrati durante gli Europei. Il ritardo di condizione ha influito sul suo minutaggio, ma ora l’occasione è da sfruttare. Il mister sta inserendo il belga nelle rotazioni e fa parte di uno di quei 15 titolari di cui non si può fare a meno.

In Sassuolo-Napoli, Mertens giocherà la sua terza gara da titolare di fila. Non accadeva da prima dell’infortunio, quando finita la stagione con gli azzurri è partito per il ritiro pre-Europei con il Belgio. Disputò l’ultima amichevole e le prime due gare di EURO 2020 dal primo minuto, per poi scalare nelle rotazioni e diventare un jolly dalla panchina.

Sono passati 6 mesi da allora e Ciro ha ripreso confidenza con il campo, ha rotto il fiato ed è pronto per il tour de force. Ora ci sarà la quindicesima gara di campionato contro il Sassuolo, ma sabato 4 dicembre c’è la super-sfida contro l’Atalanta: altro appuntamento importante della stagione. E a seguire, l’Europa League contro il Leicester. Potenzialmente tre partite in cui Mertens potrebbe partire titolare: solo a tra febbraio e marzo 2021 ha disputato così tante partite di fila dal primo minuto con la maglia azzurra.