Napoli, spauracchio infortuni con l’Atalanta: azzurri senza 3 pilastri?

0
454

Piovono infortuni sulla rosa del Napoli: Spalletti potrebbe dover fare a meno di tre titolarissimi contro l’Atalanta sabato sera.

Fabian Ruiz Napoli infortuni
Fabian Ruiz in azione durante Sassuolo-Napoli (LaPresse)

Sì, poteva andare decisamente peggio se la rete-beffa di Defrel fosse stata convalidata in pieno recupero, ma gli strascichi della rimonta subita al ‘Mapei Stadium’ dal Sassuolo hanno colpito in maniera decisa il Napoli: già privi di Osimhen e Anguissa, gli azzurri devono fare i conti con altri tre infortuni proprio a pochi giorni dal big match del ‘Maradona’ con l’Atalanta, in programma sabato sera, a cui Spalletti (che non sarà in panchina vista la squalifica di due giornate comminatagli dal Giudice Sportivo dopo l’espulsione) rischia di presentarsi senza l’artiglieria pesante.

Sono pochissime, infatti, le chance di vedere in campo Kalidou Koulibaly e Fabian Ruiz: il senegalese è stato sostituito a Reggio Emilia a causa di un risentimento muscolare e, come riportato dal ‘Corriere dello Sport’, vige il pessimismo su un suo recupero lampo; anche lo spagnolo, uscito dolorante ad un adduttore, dovrebbe alzare bandiera bianca, acuendo un’emergenza sempre più totale e coincidente con un periodo cruciale e potenzialmente decisivo per le sorti della stagione, in Italia e in Europa.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, grave errore contro il Sassuolo: il dato che condanna gli azzurri

Napoli falcidiato dagli infortuni: qualche speranza per Insigne

Insigne Napoli infortuni
Insigne a contrasto con Toljan in Sassuolo-Napoli (LaPresse)

L’unico che ha molte più possibilità di farcela in vista della sfida con la ‘Dea’ è Lorenzo Insigne: per il capitano dovrebbe trattarsi soltanto di un indurimento muscolare che, curato con le giuste terapie, non dovrebbe rappresentare un grosso ostacolo per il completo recupero in pochi giorni. Non sarebbe particolarmente grave nemmeno il problema occorso a Dries Mertens, anch’egli sostituito a Reggio Emilia e apparso sofferente al momento del cambio con Petagna.