Addio Manolas, la verità di Giuntoli: la svolta dopo una partita importante

0
817

Il ds del Napoli Cristiano Giuntoli svela tutta la verità sulla cessione di Kostas Manolas: ecco perché è andato all’Olympiakos con due partite da giocare.

Kostas Manolas
Kostas Manolas

Kostas Manolas è andato via prima del previsto, lasciando il Napoli a due partite dal termine dell’anno solare. Il difensore greco è stato pesantemente criticato dai tifosi azzurri a causa del suo addio anticipato, recepito dalla piazza come poco professionale. E come dare torto, alla piazza.

La decisione, però, secondo il ds Giuntoli è stata concordata e approvata da tutti. Non sembrano esserci state forzature. Il direttore sportivo della formazione azzurra è stato chiarissimo ai microfoni di DAZN: ecco quando è stata deciso il trasferimento di Manolas all’Olympiakos.

Leggi anche >>> Quando si gioca Juventus-Napoli: c’è la data, il calendario

Cessione Manolas, Giuntoli: “Non avrebbe potuto giocare per il Napoli”

manolas giuntoli
Manolas, ex difensore Napoli (LaPresse)

Stando a quanto rivelato da Giuntoli nel prepartita di Milan-Napoli, Manolas è stato tormentato da numerosi infortuni, anche prima della cessione: “Il ragazzo ha avuto tanti problemi negli ultimi due mesi, ma ci ha dato una grande mano contro il Leicester“. In effetti, Kostas non è partito titolare contro gli inglesi, ma ha dato sua disponibilità ed è entrato nel secondo tempo per dare manforte alla difesa azzurra.

Tuttavia, proprio dopo il match ha avuto altri problemi fisici: “Dopo la partita contro il Leicester, l’infortunio di Manolas si è riacutizzato, con i medici avevamo già deciso la che non sarebbe tornato per gennaio“. Dunuqe, la decisione finale, visto che già in estate il greco voleva tornare in Patria. E Giuntoli conclude: “Non avrebbe comunque giocato con noi“.

Ma a proposito di assenze, il ds del Napoli ha spiegato come reagirà la società all’assenza dei calciatori che andranno in Coppa d’Africa: “Non pensiamo sempre alle condizioni delle persone, basta che si facciano le cose con criterio. Se non si dovesse disputare il torneo, saremmo certamente contenti“. Infatti, Giuntoli allude alla possibilità che l’evento possa saltare a causa del Covid. Una probabilità bassa perché l’organizzazione di calcio africana ha tutte le intenzioni di portare al termine l’impegno.