Sorpresa Ghoulam: in campo per 90 minuti, non accadeva da ‘una vita’

0
1036

Il Napoli è riuscito a strappare un punto alla Juventus nonostante l’emergenza: buona la prova di Ghoulam, gettato nella mischia dei titolari.

Ghoulam Napoli
Faouzi Ghoulam, terzino del Napoli (LaPresse)

Giocare una gara intera dopo tanto tempo non è mai compito semplice, figurarsi se l’avversaria in questione è la Juventus e per di più nel catino dell’Allianz Stadium: Faouzi Ghoulam ha avuto la sua occasione e l’ha sfruttata bene, lasciando una buona impressione a Domenichini in primis e anche a Spalletti, costretto a rimanere a casa dopo la riscontrata positività al Covid-19. Le numerose assenze sono state delle ottime alleate per l’algerino, schierato sulla fascia sinistra in una difesa completamente stravolta.

Difficoltà palesi (e prevedibili) almeno all’inizio, complice una forma tutt’altro che al top che però non ha compromesso il prosieguo della sfida, quando la crescita di Ghoulam sul piano fisico è stata evidente. Alla fine Domenichini lo ha lasciato in campo per tutti i 90 minuti, un vero e proprio unicum per questa stagione: prima di Juventus-Napoli, infatti, l’ex Saint-Etienne aveva giocato soltanto quattro spezzoni di partita per un totale di 14 minuti; per trovare l’ultima volta in cui aveva giocato un incontro intero, invece, bisogna tornare indietro fino al 28 febbraio 2021, a Napoli-Benevento 2-0: praticamente undici mesi fa.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, ora è ufficiale: ci sarà contro la Sampdoria!

Ghoulam, un calcio alla sfortuna: ma in estate sarà addio

Ghoulam Napoli
Faouzi Ghoulam, terzino del Napoli (LaPresse)

La risposta di Ghoulam alla ‘chiamata’ è stata positiva, e questo non può che essere un ottimo segnale in vista del futuro: altre situazioni al limite capiteranno e ci sarà bisogno dell’aiuto di tutti, anche di chi sembrava aver perso la confidenza col terreno di gioco. L’ennesimo guaio fisico (la rottura del crociato rimediata nel finale della passata stagione) sembra essere ormai un ricordo per Ghoulam, destinato però a salutare Napoli in estate alla scadenza del contratto: la parola fine su un’esperienza che, al momento dell’addio, avrà raggiunto la durata di otto anni e mezzo ma che, appunto, ha ancora qualcosa da offrire.