Coppa Italia indigesta per il Napoli: c’è un dato che fa riflettere

0
550

Bilancio negativo per il Napoli in Coppa Italia: l’eliminazione subita dalla Fiorentina è un unicum in questa edizione del torneo.

Vlahovic Napoli Fiorentina
Vlahovic a segno in Napoli-Fiorentina di Coppa Italia (LaPresse)

Si sono conclusi gli ottavi di finale della Coppa Italia 2021/22: Juventus, Sassuolo, Atalanta, Fiorentina, Milan, Lazio, Inter e Roma hanno staccato il pass per i quarti in programma a febbraio e, l’assenza che più di tutte spicca, è quella del Napoli. Gli azzurri sono stati sconfitti al ‘Maradona’ dalla Fiorentina con un perentorio 2-5, maturato nei tempi supplementari quando la superiorità numerica dei viola ha fatto la differenza: la rete di Petagna nel recupero dei tempi regolamentari non ha fatto altro che prolungare l’agonia, apparecchiando il triste esito successivo.

La sconfitta degli uomini di Spalletti rappresenta un dato emblematico in questa edizione della Coppa per quanto riguarda il contesto degli ottavi: il Napoli, infatti, è l’unica squadra testa di serie ad essere stata eliminata, a differenza delle altre che hanno raggiunto l’obiettivo della qualificazione, tra chi c’è riuscito in scioltezza e chi ha faticato più del previsto. Inter e Roma, ad esempio, hanno rischiato seriamente di ‘imitare’ il Napoli: in particolare i nerazzurri, salvati da una prodezza di Ranocchia che ha evitato il ko contro l’Empoli, poi regolato ai supplementari da un tiro andato a segno del partente Sensi.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, Zielinski esalta la piazza: spifferato il ‘segreto’ dello spogliatoio

Napoli fuori dalla Coppa Italia: un vantaggio per il campionato?

Demme Saponara Napoli Fiorentina Coppa Italia
Demme e Saponara si contendono il pallone in Napoli-Fiorentina di Coppa Italia (LaPresse)

Provando a considerare comunque il bicchiere mezzo pieno, l’uscita prematura dei partenopei potrebbe essere letta in chiave positiva: qualora fosse arrivato l’accesso ai quarti, ci sarebbe stata la sfida all’Atalanta da preparare proprio nella settimana di Napoli-Inter, fondamentale per rimanere aggrappati al treno Scudetto o, quantomeno, consolidare la zona Champions League. Senza dimenticare la trasferta di Barcellona del 17 febbraio, altro crocevia che merita tutte le attenzioni del caso: pochi giorni in cui ci si gioca buona parte della stagione.