Venezia-Napoli 0-2: riecco Osimhen, azzurri a -1 dall’Inter capolista

0
846

Osimhen (in goal dopo tre mesi e mezzo) e Petagna consentono al Napoli di vincere a Venezia: azzurri a -1 dall’Inter.

Insigne Venezia-Napoli
Insigne in azione durante Venezia-Napoli (LaPresse)

Successo pesantissimo per il Napoli, il quarto consecutivo in campionato: superato un coriaceo Venezia, tre punti che consentono di portarsi a -1 dall’Inter a sei giorni dallo scontro diretto del ‘Maradona’. Decisivo Osimhen, alla prima da titolare dopo il lungo stop. A segno anche Petagna al decimo minuto di recupero.

Solita pressione alta dei partenopei che però non snatura l’ideale dei padroni di casa, sempre diligenti nel ripartire dal basso sfruttando la tecnica dei propri interpreti. Osimhen e Zielinski mandano un ‘avviso’ a Lezzerini, che sul destro di prima intenzione di Politano può solo sperare che tutto vada bene: effettivamente, il tiro dell’ex Inter sorvola di pochi centimetri la traversa. L’esterno collo destro di Ebuehi ‘rimette’ in partita il Venezia, aiutato dal palo esterno in occasione della botta terrificante di Osimhen: angolo di tiro limitato per il nigeriano, il cui destro si stampa sul legno. A questo punto il match diventa improvvisamente ‘elettrico’, merito delle fiammate che accendono il pubblico sugli spalti: Okereke resiste alla marcatura di Juan Jesus e si invola verso la porta di Ospina, bravo a respingere il tentativo indirizzato sul primo palo; decisivo anche il successivo intervento di Lobotka in anticipo sull’accorrente Johnsen, che evita guai seri per il Napoli.

Il match si interrompe ad inizio ripresa per via di uno scontro di gioco tra l’arbitro Mariani ed Ebuehi: a farne le spese è proprio il direttore di gara, medicato all’orecchio destro. Il muro arancioneroverde crolla a ridosso dell’ora di gioco: Politano pennella col sinistro per la testa di Osimhen che stacca tra Caldara ed Ebuehi e si regala la prima rete dopo il grave infortunio al volto. Zanetti rivoluziona il Venezia con i cambi che abbassano il baricentro del Napoli, ma che non bastano per creare grattacapi ad Ospina. Lagunari in inferiorità numerica nel recupero per il rosso mostrato a Ebuehi dopo un duro intervento di Mertens, sul contropiede finale è Petagna a raddoppiare ribadendo in rete una respinta di Lezzerini sul tiro del belga.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, Spalletti sorride: “La prossima settimana può allenarsi con noi”

Venezia-Napoli 0-2, il tabellino

Osimhen Di Lorenzo Venezia-Napoli
Osimhen esulta con Di Lorenzo dopo il goal in Venezia-Napoli (LaPresse)

Marcatori: 59′ Osimhen, 100′ Petagna

VENEZIA (4-3-3): Lezzerini; Ebuehi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Crnigoj (70′ Busio), Ampadu (78′ Fiordilino), Cuisance (78′ Nsame); Nani (62′ Henry), Okereke, Johnsen (70′ Aramu). All. Paolo Zanetti

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui; Lobotka, Fabian Ruiz; Politano (79′ Elmas), Zielinski (88′ Ghoulam), Insigne (79′ Mertens); Osimhen (88′ Petagna). All. Spalletti

Arbitro: Mariani

Ammoniti: Mario Rui (N), Busio (V), Lobotka (N), Ceccaroni (V)

Espulsi: Ebuehi (V)