Barcellona, Xavi può sorridere: recupero importante in vista del Napoli

0
801

Il Barcellona ritrova un titolare a pochi giorni dalla sfida d’andata dei sedicesimi di Europa League contro il Napoli al ‘Camp Nou’.

Eric Garcia Barcellona Napoli
Il Barcellona recupera Eric Garcia per la sfida al Napoli (LaPresse)

Una buona notizia dopo l’altra per il Barcellona, fresco di roboante successo nell’ultimo turno della Liga: i blaugrana hanno battuto l’Atletico Madrid con un perentorio 4-2, sorpassandolo in classifica al quarto posto valevole l’accesso diretto alla fase a gironi della prossima Champions League. Questa, però, non è l’unica nota positiva per il tecnico Xavi, a dieci giorni dall’andata dei sedicesimi di Europa League da affrontare al ‘Camp Nou’ contro il Napoli.

Per la sfida agli azzurri sarà disponibile anche Eric Garcia, recuperato dall’infortunio alla coscia che gli ha fatto saltare le ultime quattro partite (semifinale di Supercoppa col Real Madrid compresa). Un rientro importante per Xavi, che fin dall’inizio del suo incarico ha dimostrato di voler puntare con forza sul difensore arrivato a parametro zero dopo l’avventura inglese al Manchester City: 20 le presenze totali accumulate in stagione, prima che il problema fisico gli impedisse di dare una mano alla retroguardia catalana. Per lui anche due espulsioni sul groppone: una in Liga e l’altra in Champions League.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Venezia-Napoli 0-2: riecco Osimhen, azzurri a -1 dall’Inter capolista

Barcellona-Napoli si avvicina: Dani Alves non ci sarà

Dani Alves Barcellona Napoli
Dani Alves esulta per il goal in Barcellona-Atletico Madrid (LaPresse)

Se Eric Garcia sarà uno degli avversari da tenere d’occhio per il Napoli, lo stesso non può dirsi per Dani Alves: il terzino brasiliano, reduce dalla ‘tripla’ goal-assist-espulsione alla prima apparizione al ‘Camp Nou’ dopo il ritorno, è stato escluso dalla lista che il Barcellona ha presentato all’UEFA qualche giorno fa per fare posto ad un altro nuovo acquisto, Pierre-Emerick Aubameyang. Un pericolo in meno per Spalletti, magra ‘consolazione’ per un sorteggio non proprio benevolo con i colori azzurri.