Napoli, per vincere lo scudetto servirà…battere due record di Sarri!

0
584

Il Napoli deve riuscire ad eguagliare e battere due record di Maurizio Sarri per sperare ancora nello scudetto: ecco cosa dovranno fare i ragazzi di Spalletti.

Spalletti si congratula con Di Lorenzo
Spalletti si congratula con Di Lorenzo (LaPresse)

A causa dei passi falsi dell’Inter, il Napoli è tornata prepotentemente in corsa per lo scudetto, nonostante la sconfitta casalinga contro il Milan. Gli azzurri sono a poche lunghezze dai rossoneri e hanno già disputato tutti gli scontri diretti, ma dovranno incontrare altre squadre ancora in lotta per importanti posizioni in classifica, come Atalanta, Roma e Fiorentina.

I giochi sono tutti aperti: il campionato 2021-22 sta riservando numerose sorprese e la sensazione è che si deciderà tutto al fotofinish. Intanto, dando una sbirciatina alle statistiche, la formazione partenopea dovrà eguagliare o battere due primati raggiunti dal Napoli di Sarri nel 2017-18, se vorrà davvero raggiungere lo scudetto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cosa succede al Napoli dopo la nazionale? I dati parlano chiaro

Napoli sulla strada per lo scudetto: i record da raggiungere per sperare nel titolo

Sarri (LaPresse)
Maurizio Sarri e i record della stagione 2017-18 (LaPresse)

L’anno dei 91 punti senza titolo è davvero difficile da ripetere in futuro. Però, il Napoli di Spalletti sta sulla buona strada di quella vecchia formazione di Sarri che conquistò ben 14 successi in trasferta. In effetti, anche quest’anno il rendimento fuori casa è migliore di quello tra le mura interne del Maradona. Ben 10 vittorie esterne, 4 pareggi ed una sola sconfitta a Milano.

E mancano altre 4 partite in trasferta: sarà necessario fare bottino pieno contro Atalanta in primis, e non fallire le chance sulla carta più semplici contro Empoli, Torino e Spezia. Inoltre, c’è una statistica particolare che sta premiando gli Azzurri. Infatti, i ragazzi di Spalletti stanno disputando un ottimo campionato a livello difensivo e i numeri ne danno ampia dimostrazione: appena 22 reti subite in 30 partite, la miglior difesa della Serie A. Una media di 0,73 gol presi a gara. Il Napoli di Sarri non era lontano da questa media: 29 marcature subite nel 2017-18 e media a 0,76. E ad oggi questi numeri corrispondono al minor numero di gol subiti dal Napoli in un campionato di Serie A a 20 squadre.

Dunque, è chiaro che se la formazione azzurra riuscisse a tenere questa media reti subite, le possibilità di conquistare il primo posto in classifica diventano molto alte. Bene o male, il Napoli ha dimostrato di avere diverse armi a disposizioni per sbloccare la gara: schemi su palle inattive, contropiede, tiri da fuori. D’altronde, le migliori difese del campionato vincono quasi sempre anche lo scudetto.