Dall’ammutinamento a Gattuso: gli ultimi ritiri del Napoli

0
159

Da martedì il Napoli andrà in ritiro permanente. Questa è stata la reazione dei vertici azzurri dopo l’incredibile rimonta subita ad Empoli. 

La reazione della società, dopo la sconfitta di Empoli, non si è fatta attendere e così, tramite i canali social, il Napoli ha annunciato il ritiro della squadra a partire da martedì fino a data da destinarsi: “La Società ha deciso che da martedì, alla ripresa degli allenamenti, la squadra andrà in ritiro permanente“.

Luciano Spalletti sconsolato
Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti (Ansa)

Una decisione figlia dell’orribile prestazione che ha spinto i circa 4 mila tifosi partenopei a fischiare i ragazzi di Spalletti a fine gara. Con questa presa di posizione, il presidente De Laurentiis spera di dare una scossa alla propria squadra che, adesso, deve salvaguardare il terzo posto insidiato dalla Juventus. Il clima che si respira tra i tifosi, Spalletti e la squadra è caratterizzato da nervosismo che deve essere assolutamente risolto per non gettare via una stagione.

Ritiro Napoli, i precedenti che hanno coinvolto gli azzurri

Gattuso e Insigne
Gattuso e Insigne (LaPresse)

Era già successo in precedenza e, in quell’occasione, era stato proprio il tecnico Gattuso a richiedere che la squadra fosse sottoposta ad un ritiro punitivo. La sconfitta subita all’Olimpico contro la Lazio nella stagione 2020/2021 aveva mandato su tutte le furie l’allora tecnico del Napoli che, per ritrovare continuità di risultati, aveva deciso di preparare la sfida con il Torino in clausura. Determinanti ai fini della scelta furono le sconfitte subite contro Inter e Lazio, in cui gli azzurri ebbero un atteggiamento troppo arrendevole e privo di personalità.

Surreale, invece, è quanto accaduto nel 2019 quando al comando c’era Ancelotti. Al termine del pareggio con il Salisburgo, i giocatori decidono incredibilmente di non salire sul pullman che avrebbe dovuto portarli a Castel Volturno. Indipendentemente dall’esito della gara con gli austriaci, il presidente De Laurentiis aveva previsto per la squadra un ritiro punitivo fino a domenica al quale, però, i giocatori non presero parte.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI>>>Empoli-Napoli, esplode la rabbia sui social: i tifosi ne salvano uno

Ritrovare la serenità è necessario

Il grande obiettivo stagionale, lo scudetto, è ormai sfumato ma il Napoli ha il dovere di consolidare al più presto il terzo posto. Nel post gara della partita con l’Empoli Spalletti si è assunto tutte  le responsabilità della sconfitta dichiarando che le decisioni finali verranno prese al termine della stagione. Per quanto riguarda il ritiro, il club avrebbe precisato che è stata una decisione condivisa con l’allenatore ed il club. Il prossima impegno degli azzurri sarà contro il Sassuolo, match fondamentale per ritrovare la serenità perduta.