La frase di Spalletti in conferenza che “anticipava” il ritiro

0
418

Luciano Spalletti si è presentato nel post gara ai giornalisti chiaramente provato per quanto accaduto poco prima sul campo di Empoli.

Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti immediatamente dopo la gara persa in maniera assolutamente incredibile è apparso chiaramente segnato dalle dinamiche che hanno di fatto scandito l’incontro. L’allenatore toscano ha parlato ai giornalisti provando a dare una spiegazione di quanto accaduto ed in qualche modo lasciando intendere quello che sarebbe poi accaduto.

Spalletti Empoli
Spalletti Empoli ingresso Marco Bucco/LaPresse

Il Napoli visto ad Empoli non è certo quello che si immaginava prima della gara, ma non è nemmeno quello che poteva immaginarsi pochi minuti prima della gara. Un incontro che ha visto gli azzurri in vantaggio di due reti, in pieno controllo della gara. Poi la macchina dell’Empoli si è messa in moto e complice un incredibile errore di Meret, gli azzurri sono letteralmente crollati.

Luciano Spalletti nella consueta conferenza post gara ha lasciato in qualche modo intendere quelli che sarebbero stati poi i piani per la squadra. Il comunicato della società con la scelta di andare in ritiro dal prossimo martedi. Il tecnico che in qualche modo da un segnale ai giornalisti quando parla della sua volontà di non restare con sua madre li in Toscana ma di tornare dalla squadra in un momento abbastanza delicato per il Napoli.

Spalletti prova a spiegare quanto accaduto: intanto la squadra si guarda a questo punto le spalle.

Spalletti Andreazzoli
Spalletti e Andreazzoli LaPresse

Quello che sorprende di questa assurda giornata calcistica è quanto chiaramente accaduto alla squadra di Spalletti. Il Napoli tutto sommato sembrava stesse facendo la gara, nonostante un inizio di certo non brillante. I due gol, di Mertens ed Insigne però avevano in qualche modo indirizzato il risultato, almeno cosi sembrava. Poi il buio e qualcosa di quasi inspiegabile per gli azzurri.

A questo punto il Napoli di Spalletti dovrà guardarsi le spalle e tenersi bene stretto il piazzamento tra le prime quattro. I nervi sembrano essere saltati, i calciatori si sono mostrati più fragili che mai nelle ultime gare e questo, in una fase tanto delicata del campionato non può di certo rincuorare i tifosi, anzi. Il futuro oggi è una incognita.