De Laurentiis, addio al Napoli in vista? Il segnale da Bari

0
448

De Laurentiis si è recato ieri a Castel Volturno, ma a breve sarà obbligato a scegliere tra il Napoli ed il Bari.

Dopo l’incredibile rimonta subita del suo Napoli contro l’Empoli al Castellani, De Laurentiis si è recato ieri a Castel Volturno. Il patron partenopeo ha voluto vedere da vicino cosa sta accadendo alla squadra, che ha raccolto solo un punto nelle ultime tre giornate di campionato con Fiorentina, Roma e, per l’appunto, con i toscani.

De Laurentiis con la mascherina
De Laurentiis con Iervolino (LaPresse)

De Laurentiis ha avuto prima una lunga conversazione con Luciano Spalletti e poi ha assistito a bordo campo l’allenamento svolto dai calciatori del Napoli. Il presidente, inoltre, sarà a Castel Volturno per tutti i giorni precedenti alla gara di sabato del Maradona contro il Sassuolo di Dionisi. 

Il presidente ha dato un forte segnale all’ambiente partenopeo con la sua presenza a Castel Volturno, ma a breve dovrà compiere una scelta molto importante per il futuro del Napoli. De Laurentiis, infatti, entro il 2024, quando le multiproprietà nel calcio italiano non saranno più consentite dalla FIGC, dovrà scegliere chi vendere tra la squadra azzurra ed il Bari. Proprio su questa scelta è arrivato un importante segnale dal capoluogo pugliese.

Aurelio e Luigi De Laurentiis in posa
Aurelio e Luigi De Laurentiis (Ansa Foto)

Napoli, i tifosi del Bari sperano che De Laurentiis rimanga

Come quanto scritto da ‘Repubblica’, infatti, questa stagione, che ha visto la promozione del Bari in Serie B dopo quattro anni, ha rafforzato il rapporto tra il club biancorosso e la famiglia De Laurentiis. I tifosi pugliesi adesso sperano che il patron scelga di conservare proprio la proprietà della squadra del loro cuore. 

Anche se è difficile pensare che, sempre come quanto scritto dal quotidiano, che De Laurentiis scelga di vendere, almeno di offerte clamorose, il Napoli. Ad inizio maggio, intanto, si conosceranno l’esito del ricorso effettuato dai legali del patron sulla tempistica per il ripristino della norma che vieta ad una società la proprietà di due club professionistici.