Abbonamento DAZN, prezzi e cosa fare in attesa della stagione 2022/23

0
718

La stagione calcistica almeno per quel che riguarda i maggiori campionati si è praticamente conclusa. La prossima? Ecco come sarà.

La prossima stagione ripartirà cosi come è successo per quella che si è appena conclusa nel segno di Dazn. Appuntamenti, palinsesti, diritti acquisiti di questa o quell’altra competizione ed offerte più che mai attese da abbonati vecchi e nuovi. A questo punto il cliente Dazn è in attesa di conoscere – si fa per dire – il proprio destino. Cosa sarà degli abbonamenti DAZN? Quanto costeranno il prossimo anno?

Dazn
Dazn Ansa

La stagione appena conclusasi è stata la prima in esclusiva per Dazn dopo i precedenti tre anni in cui le era concesso soltanto di trasmettere tre gare in co-esclusiva con Sky, che all’epoca deteneva i diritti di trasmissione della Serie A in esclusiva. Poi la novità, che ha interrotto il monopolio Sky dopo anni di dominio incontrastato: non solo Dazn ha acquisito i diritti del nostro campionato, ma l’ha fatto anche in esclusiva, ribaltando completamente il rapporto con la rete di Murdoch che infatti da quest’anno poteva trasmettere solo 3 partite.

Non si può dire certo che la nuova avventura sia partita in maniera serena: anzi, spesso e volentieri Dazn è finita nella bufera per la tenuta della piattaforma, che spesso si bloccava a partita in corso causando non pochi problemi agli utenti. Per non parlare del caos sui prezzi. Inizialmente la tariffa da 29,99 euro per i nuovi clienti era ritenuta troppo alta, anche in virtù del vantaggio offerto a coloro che erano già clienti Dazn di avere un anno di abbonamento a 19,99 euro. Ma dal prossimo anno si preannunciano già parecchie novità, alcune delle quali potrebbero non essere graditissime dal già indispettito pubblico tifoso. Ci sono conferme sulla possibilità di avere degli scaglioni di pagamento a seconda di quanti siano gli utilizzatori dello stesso account (stile Netflix, per intenderci), ma le tariffe non sono ancora note. Come funziona, quindi? E quando lo sapremo? Andiamo ad analizzare la questione nel dettaglio.

Come gestire l’abbonamento Dazn in vista della prossima stagione

Formazione Napoli
Formazione Napoli in campo Alessandro Garofalo/LaPresse

Una cosa è certa: il calcio per il prossimo anno sarà ancora su Dazn. Restiamo tutti in attesa di conoscere quelle che saranno le offerte proposte ai clienti per seguire da vicino tutti gli impegni della propria squadra del cuore. Le nuove tariffe, spiega l’emittente, saranno rese note nel mese di giugno e saranno operative da settembre. E quindi, cosa si fa? Si paga l’abbonamento anche senza fruire dell’offerta sportiva? No, perché Dazn offre due diverse opzioni per far sì che nessuno debba pagare più del dovuto senza poi avere il servizio per il quale si era abbonato.

  • Una di queste prevede di “congelare” il proprio abbonamento, andando poi a riattivarlo direttamente il prossimo agosto. Cosa che consentirebbe di mantenere attiva la promozione da 19,99 (che solitamente dura fino a 12 mesi e l’utente medio l’ha attivata lo scorso agosto) almeno fino al prossimo agosto, quando inizierà il campionato.
  • L’altra opzione è quella di disattivare direttamente l’abbonamento senza neppure freezarlo: nei casi in cui scatti un rinnovo automatico “indesiderato” e si intervenga tempestivamente col servizio clienti, in casi eccezionali può anche essere previsto lo storno della quota appena versata annullando così la fruizione del mese successivo ma recuperando la cifra spesa. In questo caso però non sarà possibile recuperare la promozione precedente e quindi, qualora poi lo si vorrebbe riattivare, l’abbonamento costerebbe a prezzo pieno (29,99 euro) fin dal primo mese di riattivazione.