Il rinnovo di Koulibaly? Ora nella trattativa c’è un “agente” a sorpresa

0
532

Perché l’ultimo comunicato del Napoli sul rinnovo di Koulibaly è inopportuno e pericoloso, oltre a mandare “a spasso” i tifosi molto più dell’articolo stesso

Prima o poi doveva succedere. Spesso si accusa il giornalista di vendere i giornali, nel vero senso della parola (l’originalissimo “giornalaio“). In alcuni casi il giornalista diventa il male del Napoli (qualche – rara – volta magari è anche vero, ma generalizzare è sempre sbagliato) in altri, al contrario, viene considerato un semplice megafono del presidente (e forse qui qualche “bufala-bufalissima” in meno aiuterebbe a mitigare certe convinzioni).

Koulibaly esulta
NapoliÂ?s defenderer Kalidou Koulibaly reacts during italian Serie A soccer match SSC Napoli vs AS Roma at the Diego Armando Maradona stadium in Naples, Italy, 18 April 2022. ANSA / CESARE ABBATE

Da oggi però il giornalista diventa ufficialmente procuratore, parte attiva anzi attivissima nei rinnovi di contratto della SSC Napoli. Almeno a giudicare dall’ultimo, allucinante comunicato del club.

Il comunicato ufficiale del Napoli sul rinnovo di Koulibaly

“Il Calcio Napoli non comprende come un editore attento quale Amodei possa consentire che Fabio Mandarini scriva sul Corriere dello Sport che la SSC Napoli abbia offerto a Koulibaly la metà di quello che guadagna, ovvero 3 milioni. Queste sono falsità che possono destabilizzare l’ambiente e creare inopportune negatività in una trattativa di prolungamento di contratto”. Questa, parola per parola, la presa di posizione del Napoli in merito a un articolo uscito oggi sul Corriere dello Sport, a firma Mandarini.

De Laurentiis arrabbiato
Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, nella sala del trono di Palazzo reale a Napoli dove ha partecipato alla giornata di celebrazione del 130esimo anniversario del quotidiano ‘ Il Mattino’, 25 maggio 2022. ANSA / CIRO FUSCO

Va da sé che un comunicato del genere sia inaccettabile a ogni livello, perché espone pubblicamente un singolo professionista ad insulti ed eventuali ritorsioni con in più il suggerimento, tra le righe, di una punizione esemplare da parte dell’editore, che per qualche non meglio specificato motivo deve pure essere soggetto a dure reprimende da parte della SSC Napoli. Un’uscita inopportuna, potenzialmente molto pericolosa per l’autore dell’articolo. Stupisce come una società del calibro del Napoli esca con simili statement ufficiali senza minimamente pensare alle possibili conseguenze dei suoi gesti.

L’agente “occulto” nell’affare Koulibaly

Stendendo un velo pietoso sulla Comunicazione del club, è molto più divertente focalizzarsi sul senso stesso del comunicato. In sostanza, secondo chi scrive, la difficile trattativa di rinnovo di Koulibaly potrebbe essere in qualche modo inquinata dalle notizie che vengono fuori su un giornale, vere o false che siano (a noi risultano cifre poco dissimili da quelle proposte dal Corriere, ma non è questo il punto). Quindi il problema non è più la riduzione di ingaggio o i progetti a lungo termine del Napoli ma ciò che esce sui giornali.

Spezia’s Kelvin Amian is fouled by Napoli’s Kalidou Koulibaly during the italian soccer Serie A match Spezia Calcio vs SSC Napoli at the Alberto Picco stadium in La Spezia, Italy, 22 May 2022 ANSA/FABIO FAGIOLINI

Immaginate adesso Koulibaly che si sveglia stamattina, sorseggia un cappuccino sfogliando il CDS e trasalisce quando legge che la sua squadra vorrebbe offrirgli 3 milioni anziché i 6 attuali. Comprensibile la rabbia del difensore che, imbufalito, chiama De Laurentiis interrompendo di fatto qualsiasi trattativa. Tutto per colpa di Fabio Mandarini del Corriere che ha recapitato a mezzo stampa una proposta irricevibile al calciatore.

Dai, su, torniamo seri. Si chiama strategia della distrazione: i leader mondiali ci hanno vinto delle guerre e un certo Noam Chomsky, teorizzandola, ha ridefinito i canoni contemporanei della comunicazione. Quella vera. Non cascateci!

(Antonio Papa – Direttore Responsabile di Napolicalciolive.com)