“E’ un ruffiano”, l’attacco diretto a Mertens sbalordisce tutti

0
292

Dries Mertens non ha ancora rinnovato il suo contratto con il Napoli e l’addio è sempre più vicino, con il belga che ha ricevuto un duro attacco diretto.

Sembra essere ormai arrivati ai titoli di coda del rapporto tra Dries Mertens ed il Napoli. Sul finire di stagione le parti si erano avvicinate sensibilmente, con gli azzuri che avevano aperto al rinnovo, ma con il passare delle settimane tutto è cambiato. Adesso “Ciro” Mertens è ad un passo dall’addio, con il belga che non intende accettare l’offerta partenopea.

Dries Mertens
L’attaccante del Napoli Dries Mertens (LaPresse)

Nella giornata di lunedì, attraverso il suo entourage, Mertens ha fatto sapere di non voler rinnovare alle cifre offertegli e si è arrivati così ad un punto di rottura. Nell’ultima conferenza stampa De Laurentiis ha fatto capire come non intende modificare la propria e la separazione è l’unica strada percorribile. Un mancato rinnovo che non è stato preso bene dai tifosi, ma anche dagli addetti ai lavori come Salvatore Caiazza, giornalista de Il Roma, che ha attaccato duramente il belga.

Caiazza attacca Mertens: “Un ruffiano, amore solo da parte dei napoletani”.

Mertens Napoli sorride
L’attaccante del Napoli Dries Mertens (LaPresse)

Nel corso del programma Marte Sport Live, andato in onda su Radio Marte, Caiazza non ha risparmiato Mertens da dure critiche. Il giornalista de Il Roma ha infatti affermato come Mertens sia un ruffiano che ha provato con i gesti a comprarsi l’affetto dei tifosi azzurri: Mertens è andato a colpire le debolezze dei napoletani con: Palazzo Donn’Anna oppure chiamando il figlio Ciro” – ha sottolineato Caiazza duramente – “Per me è un ‘ruffiano’

Un attacco diretto a Mertens da parte di Caiazza che ha poi aggiunto come, pur sapendo che tutto possa ancora cambiare, dopo questa richiesta si è capito chi è davvero Mertens. Il giornalista de Il Roma ha affermato come l’amore ci sia stato solo da una parte: Mi auguro, comunque, che non sia finita qui ma dopo questa richiesta mi rendo conto che questo amore c’è solo da parte dei napoletaniha sentenziato.

Caiazza ha poi parlato anche della situazione che riguarda Ospina, affermando come per Spalletti sia fondamentale. In caso di addio del portiere colombiano però, per Caiazza, Meret dovrebbe restare ed essere titolare, con Sirigu che nell’eventualità potrebbe essere il suo secondo.

Riguardo la rosa del prossimo anno, Caiazza ha affermato come il Napoli debba rivoluzionarsi e puntare sui suoi talenti. Fra questi Zerbin che con il Frosinone ha fatto vedere bele cose ed ha le qualità giuste per giocarsela anche in una rosa importante come quella azzurra.