Napoli, l’ex campione dello scudetto non dà speranze: “Lo è già”

0
249

Parole che accendono la sfida per quella che sarà la prossima Serie A. Il campione ex Napoli fa il punto della situazione.

Un campionato, l’ultimo, assegnato sul filo di lana, una squadra, il Milan, laureatasi campione d’Italia all’ultima giornata dopo una estenuante lotta a tre con Inter e Napoli. Gli azzurri inciampati più volte nel finale e le due milanese a contenderti nelle ultimissime giornata l’ambito traguardo finale. La prossima stagione forse ripartirà dalle stesse certezze, ma non è detto.

Napoli esultanza
Napoli esultanza LaPresse

Il punto sul campionato che verrà parte da alcune considerazioni in merito agli acquisti e le cessioni che le protagoniste della scorsa stagione stanno impostando in vista del futuro. Grandi profili che vanno via, calciatori che magari non potranno subito assicurare la stessa qualità che arrivano. L’incertezza insomma potrebbe regnare sovrana anche dal prossimo anno.

A dipingere un quadro quanto più fedele che mai di quello che è il momento attuale delle maggiori probabili protagoniste della prossima stagione è Bruno Giordano, ex calciatore di Lazio e Napoli, componente della mitica “Ma-gi-ca” con Maradona e Carnevale e poi con Careca ai tempi dei successi partenopei. La sua intervista al Corriere dello Sport rende più che mai una precisa idea, un preciso considerare determinati movimenti di mercato al momento fondamentali per il futuro.

Giordano e la Serie A che sarà: il Napoli è già dietro le altre senza dubbio

Lorenzo Insigne
Lorenzo Insigne (LaPresse)

“Il Napoli senza Insigne è già un passo indietro, sperando che non perda anche altri big come Koulibaly. Mentre per Inter e Juve in questo momento si parla ancora di ipotesi, i nerazzurri devono fare i conti anche con cessioni pesanti come potrebbe essere quella di Skriniar e non solo con gli eventuali arrivi di Lukaku e Dybala”. Netta la posizione di Bruno Giordano insomma in merito ai rapporti di forza potenziali per la prossima stagione.

Azzurri già indietro senza Insigne insomma, con Inter e Milan ancora nell’incertezza considerati i sicuri partenti e gli arrivi che al momento non appaio tanto certi. Una posizione da smentire sul campo insomma, magari grazie ai colpi del georgiano Kvarskehelia, che di Lorenzo Insigne dovrebbe essere il sostituto naturale. Un futuro tutto da scrivere e confermare tra l’incertezza che ormai da troppi anni regna sul massimo campionato italiano.