UFFICIALE – Napoli, ora non c’è più dubbio: addio ad altri due big

Altri due calciatori lasciano il Napoli: scaduti i termini per i rinnovi, servirebbe un colpo di scena. Addio anche per altri tre

Il mese di giugno se ne è andato. Da oggi 1 luglio il Napoli perde ufficialmente Dries Mertens e David Ospina. L’attaccante e il portiere sono a tutti gli effetti due ex. Chiuso anche dal punto di vista amministrativo e burocratico il rapporto col Napoli, sono ora due calciatori svincolati a tutti gli effetti. Il colombiano sarebbe vicino a un nuovo accordo, con gli arabi dell’Al-Nassr.

Dries Mertens
Dries Mertens (Ansa)

Per lui uno stipendio di 3.5 milioni a stagione e un annuncio che potrebbe arrivare presto. Per quanto riguarda Mertens il discorso è diverso: non ci sarebbero offerte imminenti per lui, ma anche in chiave Napoli non si è mosso niente. Ecco perché adesso non è più il caso di parlare di rinnovo. Semmai dovesse sbloccarsi qualcosa, si tratterebbe (tecnicamente parlando) di un ritorno. Ma va anche detto che una volta che il contratto è scaduto le cose cambiano, anche dal punto di vista dell’approccio a una trattativa.

Ad oggi non risultano colloqui in corso tra Mertens e la società, quindi non si può nemmeno parlare di un appuntamento preso in passato e da finalizzare in questi giorni.
Insomma, tutto tace: siamo rimasti alle ultime parole del giocatore (“Mi aspettavo di restare, ma mi farebbe piacere rimanere”) al silenzio della società. De Laurentiis è negli Stati Uniti, ma rientrerà la prossima settimana. Da parte sua, le ultime parole su Mertens furono i famosi “strali” sul vil danaro preferito alla voglia di rimanere in azzurro. Un pensiero rivolto anche a Koulibaly.

Mertens e Ospina hanno chiuso definitivamente con il Napoli

Ecco perché le premesse per un nuovo accordo (ormai è improprio parlare di rinnovo) non sembrano esserci. Del resto tra Mertens e il Napoli ci sarebbe una distanza siderale. L’ultima offerta del club azzurro per Dries Mertens sarebbe di 1.5 milioni più bonus legati a gol e presenze, per un totale di circa 2.5 milioni. Insomma, solo benefit “veri” senza premi alla firma. Questa offerta del Napoli sarebbe stata recapitata via mail ai rappresentanti del belga.

Il calciatore, invece, avrebbe chiesto invece chiesto 2.5 milioni a stagione di ingaggio più bonus alla firma di 1 milione circa. Insomma, non ci siamo. Difficile, a questo punto, pensare a una soluzione. Più facile per il club azzurro guardarsi attorno per un sostituto. Per Ospina il discorso, alla fine, è simile: c’è sempre stata ampia distanza tra domanda e offerta.

Il portiere del Napoli David Ospina (LaPresse)

Anche grazie al Decreto Crescita, il portiere guadagnava circa 2 milioni a stagione. Dopo un’iniziale offerta al ribasso, De Laurentiis era arrivato a confermare lo stesso ingaggio per altri due anni (uno più un altro di opzione) ma Ospina ha iniziato a parlare di altre offerte, tra cui questa milionaria degli arabi. L’Al Nassr dovrebbe garantirgli uno stipendio da 3.5 milioni a stagione.

È la squadra allenata da Rudi Garcia, che ama portarsi giocatori importanti dall’Europa. Ecco perché il portiere, di fatto, non è mai stato vicino al rinnovo. E oggi diventano ufficiali anche altri addii: quello di Insigne, che intanto si è già accasato al Toronto, mentre salutano a parametro zero e diventano svincolati Kevin Malcuit e Faouzi Ghoulam. Entrambi da oggi sono liberi e finiscono nel calderone dei giocatori disoccupati. Il Napoli si libera di due ingaggi sostanziosi.