Koulibaly arriva a Dimaro: ha una buona e una cattiva notizia per De Laurentiis

Koulibaly ha ricevuto una mega offerta dalla Juventus, ma anche una importante dal Napoli. Lui sogna una “big” all’estero

A Dimaro è il giorno di Kalidou Koulibaly. Il difensore è atteso oggi in Trentino, e le attenzioni sono tutte puntate su di lui. Arriverà in ritiro come nuovo capitano, ma anche con un futuro incerto come non mai. Il senegalese dovrebbe arrivare in serata, farà subito i test medici e atletici e poi si metterà a disposizione di Spalletti. Soprattutto, aspetterà l’arrivo del presidente Aurelio De Laurentiis, che è atteso in Val di Sole tra questa sera e domani. Sarà quello il momento del faccia a faccia per capire cosa vuole fare Koulibaly.

koulibaly
Koulibaly arriva a Dimaro: ha una buona e una cattiva notizia per De Laurentiis (Ansa)

Gli scenari vanno verso una permanenza a parametro zero. Il patron azzurro, infatti, riceverà una buona e una cattiva notizia. La buona è che il difensore ha di fatto rifiutato la Juventus. No ai 7 milioni per 5 anni (o comunque un’offerta superiore a quella del Napoli) perché non vuole deludere i tifosi partenopei, e perché preferirebbe andare all’estero. La notizia brutta, però, è che Koulibaly dovrebbe dire “no” anche al rinnovo offerto dal Napoli, che come ha spiegato il ds Cristiano Giuntoli è di 6 milioni a stagione per 5 anni, senza bonus. Di fatto esteso il contratto attuale, con in più un futuro da dirigente già sancito.

Koulibaly in ritiro, domani toccherà al presidente: subito un incontro

Un’offerta che Koulibaly dovrebbe declinare, perché si guarda intorno e attende offerte dall’estero. Il suo agente sta sondando club come Chelsea (soprattutto) ma anche Barcellona e Bayern Monaco, se non dovesse riuscire a prendere de Ligt. Nel remoto caso in cui queste società riescano a fare un’offerta al Napoli, il giocatore chiederebbe di andare via. Cosa che non è accaduta con la Juventus. Più facile, a questo punto, che Koulibaly decida di incassare i 6 milioni del prossimo anno con il Napoli e andare via in scadenza nel 2023. A quel punto potrà scegliersi la sua nuova squadra da giocatore svincolato. Oggi, invece, bisogna comunque passare per il Napoli, che per lui chiede non meno di 30 milioni. Muro contro la Juventus anche da parte del Napoli.

De Laurentiis
Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (LaPresse)

“Koulibaly è incedibile”, ha detto il ds Giuntoli. Lo è sicuramente per la Juventus, per gli altri club forse… nel senso che se Koulibaly dovesse chiedere la cessione all’estero De Laurentiis non dovrebbe opporsi. È questo uno scenario piuttosto estremo e improbabile, perché né il club azzurro, né il calciatore, hanno voglia di forzare la mano. Più facile arrivare a giugno 2023 e salutarsi senza rancori. Il Napoli non insisterà con Koulibaly per il rinnovo, quindi anche se il difensore rimarrà in scadenza, avrà comunque la fascia di capitano e sarà titolare inamovibile. Dovrebbe essere questo il compromesso favorevole per tutti.