Napoli, mai una Joya: Dybala, la grande illusione

Ennesima delusione per i tifosi del Napoli, che speravano nell’arrivo di Paulo Dybala, che alla fine ha scelto di andare alla Roma

Mai una Joya. Ancora una volta i tifosi del Napoli ci hanno sperato, ci hanno creduto. In tanti si erano illusi. Dybala in azzurro poteva essere una grande notizia. Un modo per risollevare gli umori dopo gli addii di Insigne, Koulibaly, Mertens e Ospina. Un grande giocatore a Napoli dopo anni, probabilmente il più importante dopo Higuain. E invece niente, alla fine è andato alla Roma. L’argentino ex Juventus aspettava l’Inter, che poi si è dovuto arrendere perché non poteva procedere con l’ingaggio. Il club azzurro si è fatto avanti assieme alla Roma.

dybala
Napoli, mai una Joya: Dybala, la grande illusione (Ansa)

Ci ha provato davvero il Napoli, ma subito si è misurato con la titubanza dell’attaccante. Prima ha risposto che aspettava l’Inter, col quale aveva una “parola”, poi ha fatto capire di preferire la Roma. Il Napoli, considerato che Spalletti spingeva per Dybala, ha provato a convincerlo, ad alzare l’offerta economica, forse anche più di quella della Roma. L’argentino, però, è stato ammaliato e convinto da Mourinho. Attratto da quello che sembra un progetto in crescita, con 36mila abbonati in 15 giorni e la prospettiva di lottare per la Champions.

Paulo Dybala e il tam tam mediatico: ma stavolta non era una “boutade”

Per quanto riguarda il Napoli, nemmeno la partecipazione alla coppa che conta è servita. E in effetti la voce Dybala fu da subito etichettata come una “bufala” e una fake news. Il motivo era nelle alte richieste per lo stipendio. Alla Juventus e all’Inter aveva chiesto 7.5 milioni, ma a Roma si è accontentato di 4.5 milioni più 1.5 di bonus e una clausola rescissoria da 20 milioni. Va detto che il Napoli ha sempre smentito. “Non c’è niente”, ha detto Giuntoli. Eppure Spalletti lo ha elogiato pubblicamente, probabilmente sperando. Come hanno fatto tutti i tifosi azzurri fino alla doccia fredda di lunedì mattina: “Dybala alla Roma”. Ma la trattativa c’è stata. Forse non una call con De Laurentiis, ma sicuramente telefonate con gli agenti.

Luciano Spalletti sorride
Luciano Spalletti (LaPresse)

Il tam tam alimentato comunque dalle parole di Spalletti e dalle continue notizie arrivate dai media. Molti tifosi ci speravano, tanti, in verità, erano diffidenti. La via giusta era nel mezzo allora. Nessuna boutade alla James Rodriguez o su uno dei vari ritorni di Cavani, ma una trattativa fatta senza troppa convinzione, in quanto “condita” dai vari “no” del calciatore e le sue continue perplessità. Il Napoli ora virerà su altri obiettivi, come Deulofeu, gradito alla piazza, senza dimenticare la possibilità di prendere Giovanni Simeone al posto del partente Andrea Petagna, destinato al Monza.