Serie A, cambia tutto per i diritti tv: come vedere le partite

0
463

All’inizio del prossimo campionato manca meno di un mese e per i tifosi ci saranno essere delle importantissime novità.

Tra meno di un mese comincerà la nuova stagione e non solo per le squadre che sono alle prese sia con la preparazione estiva che, soprattutto, con il calciomercato per rinforzarsi, ma anche per le emittenti televisive che trasmetteranno le gare del campionato italiano. Come i club, infatti, anche i broadcaster si stanno preparando al meglio per la nuova stagione calcistica.

Diletta Leotta pensierosa
Diletta Leotta (LaPresse)

Proprio in soccorso dei vari Dazn e SKY è arrivato il calciomercato, il quale è stato contraddistinto da tante operazioni sia in entrata che in uscita. Se il nostro campionato da un lato ha perso calciatori come de Ligt, Perisic e Koulibaly, da un lato ha visto arrivare, o ‘tornare’, campioni come Pogba, Di Maria e Lukaku. Ad aumentareil livello tecnico delle medie piccole della Serie A è sicuramente il Monza di Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani che ha chiuso già sei colpi molto importanti.  

Dopo vari anni ‘noiosi’, in tanti sperano che il campionato italiano possa aumentare finalmente la propria competitività. Il principale interessato a questo aumento del tasso tecnico è certamente ‘DAZN’, che, nonostante l’esclusiva dei diritti televisivi e l’incertezza che ha caratterizzato il campionato vinto dal Milan, ha avuto un calo di abbonamenti. Proprio dal punto di vista dei diritti televisivi per la prossima stagione ci potrebbero essere delle importanti novità.

Serie A, le gare di DAZN potrebbero essere trasmesse anche su Sky: i dettagli

Logo Sky Sport
Logo Sky Sport (LaPresse)

Come quanto riportato da ‘MilanoFinanza’, infatti, Tim, DAZN e Sky sono all’opera per cercare di riportare il servizio streaming sui canali dell’emittente satellitare, anche con l’inserimento dell’app DAZN sul decoder Sky Q. Per i clienti resterebbero comunque due abbonamenti, considerando che SKY non avrebbe delle sublicenze dei diritti ma solo la possibilità di DAZN tra i suoi canali.

Tale accordo costerebbe a SKY circa decine di milioni di euro, anche se le parti stanno trattando ancora su questa cifra. TIM rinuncerebbe così all’esclusiva su DAZN con la conseguenza di ridurre il suo ‘vincolo’ da 340 milioni di euro a circa 250 milioni di euro. Una simile soluzione è già stata trovata in Germania per trasmettere le gare della Bundesliga. Se si dovesse raggiungere tale intesa, si risolverebbe anche un problema atavico per i clienti del servizio streaming.

DAZN ha raddoppiato il costo del proprio abbonamento: le cifre

Microfono DAZN
Microfono DAZN (LaPresse)

Se DAZN e SKY dovessero accordarsi, infatti, si risolverebbe definitivamente il problema di trasmissione durante il corso delle gare. Il servizio streaming, soprattutto nei primi mesi del campionato scorso, ha riscontrato vari disservizi durante alcune partite. Bisogna anche considerare che DAZN ha aumentato la propria offerta, ovvero per avere la possibilità di un abbonamento condiviso il prezzo è raddoppiato: dai 19,90 euro al mese della stagione scorsa ai 39,90 euro per la prossima annata.