Osimhen, il messaggio eloquente: “Lo considero un privilegio”

0
348

Dopo l’interessamento del Bayern Monaco ed il litigio con Spalletti ed Anguissa, Osimhen ha rilasciato un messaggio eloquente.

Dopo gli addii importanti come Lorenzo Insigne, Kalidou Koulibaly, David Ospina e Dries Mertens, calciatori come Victor Osimhen adesso sono chiamati a diventare  i leader nello spogliatoio. Il Napoli, infatti, si affiderà alle doti del nigeriano per continuare ad essere una squadra che possa competere per la qualificazione in Champions League. Segnale evidente di quanto il club partenopeo punti sull’ex Lille è il prezzo chiesto per una sua presunta cessione.

Osimhen cerca di prendere il pallone
Victor Osimhen (LaPresse)

Il Napoli, di fatto, per lasciare andare via Victor Osimhen chiede la bellezza di 120 milioni di euro, cifra altissima proprio per allontanare ogni possibile interessamento da parte di altre squadre. L’Arsenal ed il Newcastle, infatti, non appena hanno sentito la richiesta di Aurelio De Laurentiis hanno cambiato obiettivo.  

In questi giorni è vivo solo l’interessamento del Bayern Monaco, anche se non ci sono stati ancora segnali concreti di un tentativo del club tedesco di prendere Victor Osimhen. Proprio il nigeriano, dopo una discussione con Anguissa, è stato cacciato da Spalletti dall’allenamento di ieri, ma poi la situazione è rientrata già oggi sia con il tecnico che con il camerunense. Il calciatore, intanto, ha rilasciato una lunga intervista al ‘Corriere dello Sport’, in cui ha fornito un messaggio eloquente sia per i tifosi che per il club. 

Napoli, Victor Osimhen: “Giocare al Maradona? Lo considero un privilegio”

Osimhen in azione
Victor Osimhen (LaPresse)

Osimhen, infatti,  ha parlato così del suo momento in maglia azzurra: “Sono felice? Certo! Sto in una città bellissima e in un club meraviglioso. Qui è uno dei posti migliori per essere un calciatore. In questa squadra ha giocato Diego Armando Maradona: il migliore di sempre. Giocare nello stadio intitolato a lui? Lo considero un privilegio ed un grande onore. Offerte? Io sono al Napoli, per cui nutro grande rispetto perché mi è stato anche vicino in momenti molto difficili per me”. 

L’attaccante partenopeo ha poi continuato il suo intervento: “Scudetto? Siamo stati molto vicini a vincerlo, tuttavia il calcio è anche questo. Era e resta un sogno: proveremo ancora a centrarlo. Anche la qualificazione in Champions League, però, era un sogno e ci siamo comunque riusciti a realizzarlo”. Victor Osimhen si è anche soffermato sui grandissimi cambiamenti tra le fila del team guidato da Luciano Spalletti.

Napoli, Victor Osimhen sui tanti cambiamenti: “Siamo ancora forti”.

Osimhen con Politano
Victor Osimhen con Matteo Politano (LaPresse)

Osimhen, infatti, ha parlato sia dei tanti calciatori che sono andati via che dei nuovi acquisti: “Ci sono stati cambiamenti. Sono andati via Insigne, Koulibaly, Ospina, Mertens e Ghoulam, uomini fondamentali e grandi leader, e li voglio ringraziare: li adoro tutti e gli auguro solo il meglio. Adesso, però, ci sono nuovi leader: Di Lorenzo e Mario Rui. Sono arrivati anche giocatori bravi, i quali aumenteranno sicuramente le nostre qualità. In molti credono che non lotteremo per lo scudetto, ma penso che potremo fare molto della stagione scorsa. Siamo motivati e faremo di tutto per migliorare. Il Napoli è ancora forte. Sicuramente forte”.